Anche la Casa giapponese studia un sistema a due motori e gestione attiva della coppia per migliorare sicurezza e prestazioni

Efficienza, ma anche sicurezza e prestazioni: la propulsione elettrica ha molti vantaggi che possono essere sfruttati per ottenere tutto questo, tra cui la trazione integrale a motori separati, favorevole sotto l'aspetto di peso e ingombri rispetto ai sistemi tradizionali e con ottime potenzialità. Lo conferma anche Nissan, che ha svelato l’ultima tecnologia allo studio in fatto di vetture elettriche, una soluzione per il controllo indipendente della trazione su ogni ruota.

Coppia ben dosata

La tecnologia “All-Wheel Control” adotta due motori elettrici per una potenza complessiva di 227 kW (309 CV) e ben 680 Nm di coppia, e riesce a regolare la quantità di forza motrice per ogni ruota così come la frenata, per ottenere traiettorie precise e fluide, oltre a accelerazioni rapide senza essere troppo estreme.

Trazione integrale elettrica, la proposta di Nissan

Nissan assicura di poter garantire un andamento della vettura confortevole e fluido senza penalizzare le prestazioni, anzi, esaltandole, con molteplici possibilità: la frenata rigenerativa del motore posteriore, ad esempio, limita i disturbi per i passeggeri durante la frenata stessa. Altro vantaggio del controllo per singola ruota sarà garantire la trazione ideale per ogni terreno e situazione, anche fondi innevati, a tutto vantaggio della sicurezza.

La "cavia" è una Leaf e+

Il collaudo questa nuova tecnologia su una Leaf e+, finora prodotta con motore e trazione anteriori, su cui è stato montato il nuovo powertrain. Il prototipo mostra anche un’immagine più grintosa e sportiva, grazie soprattutto ai passaruota allargati e a ruote specifiche che richiamano le auto da rally, mentre all’interno si nota un ampio display da 12,3 pollici per visualizzare meglio il funzionamento del sofisticato sistema di trazione e propulsione.

Trazione integrale elettrica, la proposta di Nissan

L'innovazione segue di pochissimo quella annunciata da Mazda per la MX-30, che applica il principio del controllo dinamico G-Vectoring alla nuova crossover elettrica dimostrando come la propulsione a batteria possa offrire le stesse potenzialità di quella tradizionale, se non migliori.

Fotogallery: Trazione integrale elettrica, la proposta di Nissan