In Germania una Model S ha percorso l'equivalente di 25 volte il giro del mondo in 5 anni, cambiando la batteria a 470.000 km

Alla faccia di chi dice che le elettriche sono auto da usare in città o per spostamenti a corto raggio. Hansjorg Gemmingen sembra non essersene accorto e, al volante della sua Tesla Model S P85, dal 2014 ad oggi, ha percorso 1 milione di km.

Un'amore di lunga data

Gemmingen, un tranquillo tedesco di 55 anni di Fasanenhof, sobborgo di Stoccarda, acquistò una Tesla Roadster non appena fu presentata, nel 2008. “All'epoca – ricorda – avere un'auto elettrica era una scelta abbastanza naif: non c'erano colonnine di ricarica e la tecnologia era davvero agli albori".

Però Gemmingen era curioso di capire cosa significava guidare un'auto a zero emissioni nella vita di tutti i giorni. Voleva capire se l'elettrico era una soluzione possibile. "Mi è piaciuto - ha spiegato - e così, cinque anni fa, ho comprato una Tesla Model S, un'auto più comoda e spaziosa che poteva essere usata anche da mia moglie”.

 

Un cambio batteria a 470.000 km

Gemmingen da allora si è sempre preso cura della sua auto elettrica. Non ha mai portato la batteria a zero e ha sempre fatto attenzione a non ricaricarla a più dell'85%. In questo modo ha evitato di stressarla e ne ha allungato la vita.

Fotogallery: Tesla Model S

Però, dopo la bellezza di 470.000 km, ha provveduto a sostituire tutto il pacco batteria e 3 motori elettrici. La maggior parte degli interventi, però, sono stati effettuati in garanzia. Gli altri, invece, sono stati assorbiti dai minori costi di manutenzione ordinaria.

 

Si risparmia parecchio

Riguardo proprio alla manutenzione, i maggiori vantaggi che offre un'auto elettrica derivano principalmente dal fatto che sulle vetture a zero emissioni è necessario un numero minore di interventi e di sostituzione delle parti. Questo risparmio viene percepito fin dai primi interventi ma si fa più evidente mano a mano che si va avanti con gli anni, grazie alla presenza di uno schema meccanico più semplice, come è spiegato a questo link.