La Sion si farà: con 10.000 preordini e un crowdfunding oltre le attese i primi esemplari dovrebbero arrivare nel settembre 2021

Basta lo slogan che campeggia sulla homepage di Sono Motors per capire tutto al volo: “50 Millions. 50 Days. One Goal.” La startup tedesca, infatti, di tanto aveva bisogno per risollevare le sorti e proseguire nella realizzazione della propria auto elettrica: la Sion. L’auto, come spiegato in passato, ha tra le altre cose la peculiarità di essere coperta di pannelli solari ed è quindi in grado di ricaricarsi da sola, anche in marcia.

Una riorganizzazione profonda

La Sono Motors è nata nel 2016 con l’obiettivo ambizioso di realizzare una vettura elettrica, con pannelli solari, che fosse anche accessibile. Infatti, la Sion, questo il nome del modello, non dovrebbe superare i 25.000 euro. I primi finanziatori, però, si sono presto scontrati con i due fondatori dell’azienda: da una parte si spingeva per il profitto, dall’altra si puntava ad un progetto maturo e affidabile.

Fotogallery: Sono Motors Sion

E così la Casa è andata in crisi. Fino ad oggi almeno. A inizio dicembre del 2019, infatti, è stata lanciata un’enorme campagna di raccolta fondi. Servivano 50 milioni di euro entro la fine dell’anno. A quel punto, non tutti avrebbero scommesso sulla Sono Motors. Ma la rete ha risposto egregiamente e oggi, con qualche giorno di ritardo ma in tempo oltremodo utile, il crowdfunding avviato un mese e mezzo fa ha superato brillantemente la cifra richiesta.

Sono Motors

10.000 preordini

Prima di lanciare la campagna di raccolta fondi, la Sion aveva ricevuto già 10.000 preordini, con tanto di caparra. Oggi molti di quegli acquirenti hanno versato l’intero importo, permettendo alla Sono Motors di raggiungere e superare l’obiettivo. L’auto, stando alle nuove proiezioni, arriverà a settembre del 2021. Con un po’ di ritardo su quanto preventivato inizialmente, ma almeno con la certezza di diventare realtà.

Sono Motors Sion Produktion

34 km di autonomia dal sole

Il concetto alla base della Sion - e della Sono Motors stessa, in un certo senso – è semplice: realizzare un’auto elettrica che, grazie a una carrozzeria coperta di celle fotovoltaiche, è in grado di ricaricare le batterie anche senza stare attaccata ad una presa di corrente. Due sono le caratteristiche interessanti del progetto. La prima riguarda il fatto che l’auto sarà venduta ad un costo accessibile: 25.000 euro circa, come detto. La seconda che la tecnologia di cui dispone le permetterà, secondo quanto annunciato dai vertici aziendali, di ricaricare le batterie per l’equivalente di 34 km al giorno grazie proprio al sole. Le stime sono state fatte ipotizzando che l’auto si trovi in Germania.

Questo significa che un’automobilista, in media, potrà coprire gli spostamenti giornalieri senza necessità di ricaricare l’auto, che comunque come ogni normale elettrica dispone anche della possibilità di attaccarsi ad una presa di corrente. Dal punto di vista tecnico la Sion è spinta da un motore elettrico da 120 kW realizzato dalla Continental ed è alimentata da una batteria da 35 kWh prodotte dalla tedesca ElringKlinger. L’auto, che garantisce 255 km di autonomia, si è affidata alla Bosch per quanto riguarda elettronica e servizi di supporto.