Arriva il primo veicolo commerciale full electric della Casa: due tagli di batteria da 50 e 75 kWh

In periodo di Coronavirus, il mondo delle consegne e dei servizi di commercio continua a dover lavorare ed anzi, si conferma come elemento centrale. E' anche per questo che Opel ha spinto per portare sul mercato in tempi brevi il Vivaro-e, primo veicolo commerciale completamente elettrico della casa di Russelsheim.

Disponibile in tre lunghezze e con varianti di carrozzeria, il LCV di Opel ha un propulsore elettrico da 136 CV - 100 kW con un valore di coppia di 260 Nm ma sopratutto con un'autonomia stimata tra i 230 ed i 330 chilometri secondo ciclo WLTP, a seconda di quelle che sono le dimensioni del pacco batteria: da 75 kWh o da 50 kWh. Un valore che ovviamente cambia in relazione non solo al tipo di guida, ma anche al carico.

Ricarica fino a 100 kW

Proprio la capacità di carico su questi tipi di mezzi risulta fondamentale: la portata del Vivaro-e è pari a 1.275 kg. La capacità di carico di 4,6 mc della versione S può aumentare fino a 5,1 mc. Ciò consente il trasporto di oggetti fino a 3,32 m di lunghezza.

Le versioni M e L da 4,95 e 5,30 m hanno una capacità di carico massima rispettivamente di 5,8 e 6,6 m3. Scale o pannelli fino a 3,67 o 4,02 m di lunghezza possono essere riposti. Inoltre è l'unico veicolo elettrificato nel segmento di un produttore automotive con un gancio traino con capacità massima di rimorchio di 1000 kg.

In fase di ricarica, il Vivaro-e riesce ad attingere da ricarica pubblica fino a 100 kW in corrente continua. Dunque, secondo quanto riferito dalla casa, la versione da 50 kWh, richiede circa 30 minuti per una carica dell'80%. Ovviamente disponibile anche la carica in trifase da 11 kW o monofase da 7,4.

Versatilità e aiuti alla guida

In termini di utilizzo, interessante sottolineare come la versione da 4,60 metri di lunghezza abbia un raggio di sterzata di 11,3 metri. Inoltre, considerando come la maggior parte delle varianti a disposizione siano alte 1,90 metri, il Vivaro-e può accedere a parcheggi in piani interrati o centri commerciali con altezze ridotte.

Capitolo aiuti alla guida: presenti head Up display, Lane Keep Assist, riconoscimento esteso dei segnali stradali, avviso di stanchezza, Semi-Adaptive Cruise Control, avviso di collisione anteriore e frenata di emergenza automatica. I sensori a ultrasuoni nei paraurti anteriore e posteriore avvertono il guidatore di ostacoli durante il parcheggio e monitorano il punto cieco laterale. Il nuovo Vivaro-e vedrà la luce nel 2021.

Fotogallery: Opel Vivaro-e