Dopo i bus arrivano il SUV da 530 km di autonomia (NEDC) e i veicoli commerciali: si parte dalla Norvegia per conquistare il Continente

La strategia di crescita globale di BYD entra sempre più nel vivo, indipendentemente dai riflessi economici del Coronavirus. Dopo aver annunciato un piano inedito che apre alla fornitura di componenti a tutti i competitor globali (incluse le sue nuove super batterie), infatti, il colosso cinese dell’auto elettrica si è ora lanciato ufficialmente alla conquista dell’Europa, dove è già presente con la sua divisione bus.

Il piano prevede un’offensiva che partirà dalla Norvegia con la seconda generazione del SUV a batteria Tang, per poi espandersi a macchia d’olio anche con i veicoli commerciali e i camion. Ma vediamo più in dettaglio cosa dobbiamo aspettarci.

Debutto con il SUV

La fase europea prevede l'introduzione iniziale di un nuovo Suv compatto elettrico chiamato Tang , previsto per il mercato norvegese. Sarà evidentemente un'evoluzione del Byd Tang EV600, che dalla sua, mostra un'autonomia di 520 chilometri, pur su standard di prova NEDC.

Linee e tratteggi con uno stile molto familiare nel Sol Levante - con la calandra che ricorda la famosa clessidra di origine Lexus - il Tang andrà ad inserirsi in un segmento estremamente competitivo, come quello delle ruote alte.

Non vi sono ulteriori informazioni ne alcun prezzo di vendita, ma sicuramente, al netto di quelle che sono le proporzioni che lo porteranno a fronteggiare con SUV di fascia media, si può ipotizzare un prezzo d'attacco interessante per stimolare il mercato.

Veicoli commerciali e camion

La seconda parte dell'offensiva prevede invece un'applicazione alla mobilità elettrica legata al commerciale ed al business. BYD ha infatti intenzione di portare sul mercato una gamma completa di veicoli elettrici a batteria per il settore commerciale tra cui un furgone, camion rigidi rispettivamente da 7,5 e 19 tonnellate, ed un trattore da cantiere.

Non si tratta di una novità assoluta: BYD, è da tempo un competitor mondiale per quanto riguarda veicoli pesanti - principalmente camion ed autobus - tanto che in California l'azienda cinese ha puntato ad utilizzare dei camion elettrici anche per servizi urbani come la raccolta della spazzatura.

“Il mercato norvegese è la scelta naturale per BYD di iniziare questo processo mentre cerchiamo di espandere la nostra presenza di veicoli elettrici in Europa. La Norvegia è il mercato più avanzato d'Europa in termini di adozione e utilizzo diffusi di veicoli elettrici, oltre a possedere una rete di ricarica completa. Valuteremo attentamente le prestazioni del mercato, ma, a lungo termine, il nostro obiettivo è espandere le vendite di autovetture oltre la Norvegia." Isbrand Ho, amministratore delegato di BYD Europa.

Fotogallery: Byd, il piano per l'Europa