Lightyear e Royal Dsm insieme per creare una soluzione replicabile anche per altri marchi e veicoli: obiettivo 700 km di autonomia

Commercializzare tetti per auto che integrano pannelli fotovoltaici per la ricarica. E' questo lo scopo dell'accordo tra Lightyear (la Casa che ha già messo a punto la futuristica Lightyear One già dotata di tetto "solare") e Royal Dsm, società globale il cui core business allo sviluppo sostenibile. Il tetto, prodotto proprio da Lightyear, sarà nelle intenzioni delle due società la chiave di volta per un percorso di standardizzazione e diffusione all'interno del mondo dei veicoli elettrici.

Visione comune

Una partnership questa che mira ad integrarsi dunque con i vari parchi auto, ma anche e soprattutto con la mobilità legata al trasporto pubblico e a quello delle merci (qui il nostro video approfondimento sull'ultimo miglio green). Quella attuale, per Royal Dsm e Lightyear, è una fase di valutazione del mercato, una fase pilota da proporre a clienti ed investitori.

Il mercato globale odierno dei veicoli elettrici ha comunque un grande potenziale di crescita. Nel 2019 si tratta di un mercato valutato oltre 160 miliardi di dollari, e secondo le stime di mercato di IDTechEx, Bloomberg e Time potrebbe raggiungere oltre 800 miliardi di dollari nel 2027.

"Vogliamo rivoluzionare il modo in cui le persone viaggiano. Aumentando l'accessibilità della nostra tecnologia solare attraverso la nostra partnership con DSM, possiamo accelerare l'adozione di massa dei veicoli elettrici rendendoli ad energia solare". Martijn Lammers, capo della strategia e cofondatore di Lightyear

700 chilometri di autonomia

Come ricordato in precedenza, Lightyear ha sviluppato un proprio mezzo per mostrare la capacità che è in grado di offrire: la Lightyear One, che dovrebbe vedere la luce nel 2021 con una autonomia su standard WLTP di circa 725 km. Il tetto avrà cinque metri quadri di celle solari integrate e protette da dei vetri di sicurezza a doppia curvatura. Un'ottimizzazione che potrebbe valere la copertura - secondo l'azienda - variabile tra il 70 ed il 90% del chilometraggio annuale.

"Rafforzando la nostra collaborazione con Lightyear stiamo creando un mercato completamente nuovo per la tecnologia. Il nostro obiettivo è semplice: rendere l'energia solare pulita una realtà per tutti". Pascal de Sain, Vicepresidente DSM Advanced Solar

Fotogallery: Lightyear One