Varata la strategia che include incentivi per i driver che passano alle EV e non solo: tutti i dettagli e l'alleanza con Renault-Nissan

Entro il 2040 Uber diventerà una piattaforma per la mobilità a zero emissioni. Questo significa che tutti gli spostamenti si svolgeranno a bordo di auto elettriche e che tutti i servizi offerti saranno erogati con l’utilizzo di mezzi a batteria.

Ma la cosa interessante è che la società ha stanziato la bellezza di 800 milioni di dollari per aiutare i propri driver a passare da un’auto tradizionale a un’auto elettrica. Una sorta di "ecobonus" attivo fino al 2025 che interesserà i driver di Usa, Canada ed Europa e che permetterà loro di avere sconti e agevolazioni sull’acquisto o noleggio di un EV.

Uber Green in 60 città

Per raggiungere l’obiettivo fissato per il 2040 Uber ha dichiarato che già entro il 2025 il 50% delle corse avverrà con auto elettriche. Questo anche grazie ad una serie di iniziative che si svolgeranno in sette capitali europee: Amsterdam, Berlino, Bruxelles, Lisbona, Madrid e Parigi.

Uber: flotta interamente elettrica entro il 2040

A questo si aggiunge l’espansione del servizio Uber Green, attualmente attivo in 37 città e disponibile entro la fine del 2021 in altre 23 (per un totale di 60). Uber Green permette a chi è in cerca di un passaggio di richiedere esplicitamente che il driver sia in possesso di un’auto a zero emissioni.

Ricaricare in modo conveniente

Uber si muove a grandi passi verso una mobilità a zero emissioni anche attraverso numerose altre iniziative, tra cui una serie di partnership per agevolare la ricarica dei propri iscritti.

In Inghilterra ha firmato un contratto con BP (oil company ormai "piegata" alla transizione energetica) per avere colonnine dedicate a Londra e per una riduzione del 50% sull’abbonamento alla rete Polar Plus, che conta più di 7.000 punti di ricarica.

Lo stesso ha fatto in Francia e Portogallo insieme a Power Dot. In Francia, inoltre, ha stretto una partnership con EDF per consentire la ricarica presso le colonnine fast charge della società e l’installazione di wallbox domestici a prezzi ridotti.

Uber: flotta interamente elettrica entro il 2040

L’alleanza con Nissan-Renault

Nell’ottica di promuovere l’uso di auto elettriche, Uber ha firmato infine una lettera d’intenti con Renault e Nissan (con le quali aveva avviato un progetto pilota in Inghilterra proprio per promuovere l'utilizzo di auto elettriche) per accelerare l’adozione di veicoli a zero emissioni attraverso una serie di servizi:

  • Offrire agli autisti che utilizzano l’app Uber accesso agevolato ai veicoli elettrici delle due Case
  • Estendere il progetto pilota avviato in UK anche in Francia, Paesi Bassi, Portogallo e altri Stati europei
  • Lanciare iniziative congiunte di marketing e sensibilizzazione per promuovere i vantaggi della mobilità a zero emissioni, anche attraverso test drive dedicati ai driver Uber