La trasmissione a variazione continua per modelli a zero emissioni permette di montare motori più piccoli e aumentare l'efficienza

Bosch, principale fornitore di componentistica automotive al mondo, guarda con grande interesse all’auto elettrica e alle opportunità che la nuova mobilità offre. Lo fa con i servizi in cloud, o con una nuova trasmissione a variazione continua pensata proprio per veicoli a zero emissioni che, nella stragrande maggioranza dei casi, non dispongono di un cambio vero e proprio.

Si chiama CVT4EV, è sviluppato dalla consociata olandese Bosch Transmission Technology e punta a massimizzare la versatilità dei powertrain alimentati a batteria: ha dimensioni compatte e viene fornito in un kit completo che può adattarsi a vetture diverse sia per dimensioni sia per prestazioni.

Efficienza al massimo

Il sistema è stato studiato da Bosch per lavorare alla continua ricerca del compromesso ideale tra efficienza e prestazioni. Attraverso la centralina controlla la velocità di rotazione e la coppia del motore elettrico e seleziona in tempo reale il rapporto di trasmissione migliore: quello che permette di lavorare sempre ai regimi di potenza massima.

Bosch CVT4EV

Questa logica di funzionamento non comporta solo una riduzione dei consumi di energia per via del fatto che in ogni situazione si ha la possibilità di sfruttare la massima reattività del powertrain, ma permette anche di dotare le auto elettriche di motori più piccoli, potendo sfruttarne al meglio il potenziale.

Un sistema completo

Il nuovo CVT4EV di Bosch è fornito insieme ad inverter, motore elettrico e trasmissione finale. Questo “blocco” sarà consegnato con rapporto adattato al veicolo su cui sarà montato. L’azienda tedesca ha già individuato le principali categorie di applicazione: dalle sportive alle berline medie passando per i commerciali leggeri.

Tra i vantaggi di questa soluzione c’è anche la fluidità nel cambiare rapporto, che non interrompe mai l’erogazione, come sulle elettriche senza trasmissione, e la capacità di far girare il motore elettrico a regimi generalmente inferiori rispetto alle auto elettriche tradizionali.

Il cambio CVT per le auto elettriche potrebbe consentire anche la produzione di EV con motori meno potenti e batterie più piccole, migliorando al contempo la distribuzione della coppia in caso di traino e nella guida fuoristrada. Al momento la sperimentazione viene fatta su una Volkswagen e-Golf, ma mancano indicazioni ufficiali su un suo eventuale utilizzo commerciale su auto di produzione.

Fotogallery: Bosch CVT4EV