Abbiamo messo fianco a fianco l'ultima arrivata con una MY 2019 per vedere in video tutte le novità della best seller di Palo Alto

La Tesla Model 3 si presenta finalmente nella sua veste 2021. Lo fa con una serie di aggiornamenti che abbiamo anticipato al momento dell’annuncio ufficiale da parte della Casa ma che ora possiamo toccare con mano mettendo un esemplare 2020 e un MY2021 fianco a fianco: si tratta della prima Model 3 restyling marciante in Europa.

Le due versioni non cambiano nella sostanza, ma in una serie di dettagli, sia estetici sia tecnici, che rendono il nuovo modello più efficiente e anche più “funzionale”. Andiamo a scoprire tutte le differenze, che potete vedere nel dettaglio nel nostro video.

C'è la pompa di calore

Prima di tutto, all’interno dell’abitacolo, la nuova Model 3 ha un pozzetto anteriore più piccolo: una soluzione resa necessaria dall’adozione della pompa di calore. Si tratta della stessa HVAC della Model Y e rappresenta un bel passo avanti.

Fotogallery: Tesla Model 3 2021

La pompa di calore, infatti, usando il calore generato dalle componenti elettriche per scaldare l'abitacolo durante i mesi invernali, fa risparmiare energia e diventa uno degli elementi più determinanti in termini di efficienza e autonomia. Parlando di efficienza, la model year 2021 introduce nuovi cerchi in lega dal profilo migliorato che contribuiscono a migliorare la penetrazione aerodinamica.

Versione Autonomia Model Year 2020 Autonomia Model Year 2021
Standard Range Plus 409 430
Long Range 560 580
Performance 530 567

L’occhio vuole la sua parte

Oltre a questo, la nuova versione della berlina di Elon Musk e soci cambia, a livello estetico, principalmente per l’arrivo delle finiture nere al posto delle classiche cromature che impreziosivano la cornice dei finestrini laterali, le maniglie e altri dettagli. Si tratta di una modifica che era già disponibile attraverso alcuni kit aftermarket e che ora diventa “ufficiale”.

Sulla “2021” Tesla introduce inoltre doppi vetri per un miglior isolamento acustico il battitacco in nero satinato, il comando del sedile con finitura grafite, le rotelle di scorrimento metallizzate sullo sterzo, le alette parasole con chiusura magnetica. Presente anche il comando elettrico per l’apertura del portellone, che può essere regolata su varie altezze.

Cambia anche dentro

Ulteriore cambiamento, il tunnel centrale, con una nuova conformazione, più funzionale, ed anche con la possibilità di poter ricaricare ad induzione ora il proprio smartphone. Da sottolineare anche la comparsa di ulteriori porte USB-C ed USB-A.

Già in vendita

La nuova Tesla Model 3 è già in vendita con prezzi di poco superiori a quelli della precedente versione. Si parte dai 50.990 euro della Standard Range Plus e si arriva ai 65.490 della Performance passando per i 57.920 della Long Range.

Come da tradizione, poche sono le opzioni di personalizzazione: si sceglie il colore di carrozzeria, il tipo di cerchi in lega e poco altro. Come prima, l’Autopilot è optional a 7.500 euro. Consegne stimate da febbraio.

Versione Prezzo di partenza
Standard Range Plus 50.990 euro
Long Range 57.920 euro
Performance 65.490 euro