Da oggi gli automobilisti hanno una carta in più per viaggiare a zero emissioni: la partnership per l’interoperabilità appena firmata tra Be Charge e Telepass, infatti, consente di ricaricare l’auto elettrica alle colonnine della prima usando il sistema di pagamenti gestito dalla seconda.

Be Charge, scrivono le due società, è il primo operatore di ricarica a entrare nell’ecosistema dei servizi Telepass. Ma questo “è solo il primo passo di una collaborazione che potrà estendersi in futuro anche in ulteriori ambiti di attività”.

Missione 100% green

Per accedere agli stalli protagonisti dell’accordo basterà scaricare l’app Be Charge o quella di Telepass Pay, che le renderanno tutte visibili e prenotabili. Si tratta di diversi tipi di colonnina, da quelli che funzionano in corrente alternata a 22 kW a quelli in corrente continua, con potenze fino a 300 kW.

L’obiettivo è arrivare a installare, nei prossimi anni, circa 30 mila punti di ricarica che erogheranno energia green al 100% perché proveniente solo da fonti rinnovabili. Proprio come i Supercharger che Tesla ha da poco lanciato a Lhasa, in Cina.

Be Charge: continua il piano di sviluppo della rete di colonnine

In 300.000 ringraziano

L’accordo farà bene a centinaia di migliaia di utenti, come sostiene Gabriele Benedetto, Ceo di Telepass: “La partnership con Be Charge ci consente di offrire ai circa 300.000 clienti Telepass che già guidano auto elettriche o ibride l’accesso alla rete di ricarica interoperabile più grande in Italia, il tutto comodamente attraverso la nostra app Telepass Pay”.

Paolo Martini, Ceo di Be Charge, aggiunge che l’accordo è “Un passaggio fondamentale nell’evoluzione dei servizi più innovativi”. “La capillarità della nostra rete – dice –, unita all’esperienza di ricarica che offre la nostra app e alla costante integrazione con altre piattaforme come Telepass Pay, mira sempre di più a contribuire allo sviluppo di un nuovo paradigma di mobilità, ancora in fase iniziale, ma in grandissima crescita”.

E proprio sullo sviluppo della eMobility e delle infrastrutture di ricarica ci sono state novità importanti in Italia, Paese nel quale stanno prendendo forma iniziative lodevoli come quella che ha portato le colonnine anche nei benzinai e quella del piano per l’installazione dei caricatori nelle autostrade.