Lo specialista dei restomod Everrati, in collaborazione con Superformance, annuncia l'avvio dell'operazione: pronti telaio e propulsore

La moda dei restomod elettrici, ossia dei restauri con upgrade tecnici rappresentati in questo caso dal passaggio alla propulsione a batteria, si sta diffondendo rapidamente in tutti i settori e a tutte le tipologie di auto classiche, comprese quelle che sarebbero considerate "intoccabili" come le sportive e le auto da competizione.

Grazie a una collaborazione anglo-americana, persino un autentico mito come la Ford GT40, l'auto che riuscì a interrompere il dominio Ferrari alla 24h di Le Mans a metà Anni '60, si appresta a rinascere in variante a zero emissioni con una replica accuratissima ma alimentata a batteria.

Asse anglo-americano

Protagoniste di questa partnership sono Everrati, un'azienda inglese specializzata appunto in conversioni elettriche di auto classiche tra cui Mercedes e Porsche, e la californiana Superformance che è invece esperta nelle sportive americane del medesimo periodo e propone sia accurati restauri sia repliche di modelli che vanno dalle Shelby Cobra alle Chevrolet Corvette per arrivare, appunto, alle Ford GT40.

Le due aziende non hanno ancora fornito dottagli tecnici, si sa però che il telaio con gruppo propulsore è già stato completato nel quartier generale Everratti a Upper Heyford, vicino a Oxford, di qui la palla passerà al team californiano per la riproduzione fedele di interni e carrozzeria.

Everrati Superformance GT40 EV
Everrati Superformance GT40 EV

Come l'originale ma senza V8

A proposito della fedeltà, il capo di Superformance Lance Stander ha dichiarato: "Anche se sarò sempre un fan dei veicoli con motore V8, non ci sono dubbi sulle prestazioni dei propulsori elettrici di Everrati e sono davvero impressionato dai loro sforzi per mantenere la distribuzione dei pesi e il carattere del veicolo originale. L'elettrificazione è il futuro e aggiunge un'altra opzione per chi ama le auto sportive classiche".

La collaborazione stessa è un po' un ricorso storico, visto che la prima storica GT40 è stata costruita da un team inglese con carrozzeria realizzata a Coventry. Se invece volete restare in Inghilterra, ma puntare su un restomod all'insegna del lusso, potete sempre pensare a una Rolls-Royce Phantom.