Tesla ha rilasciato un aggiornamento sul Full Self Driving. Alla notizia, molti proprietari di un’elettrica della Casa di Palo Alto hanno tirato un sospiro di sollievo: il tanto atteso sistema di assistenza alla guida è finalmente pronto. Niente affatto. Purtroppo si deve aspettare ancora.

L’update 9.2, infatti, è reso disponibile solo per quella cerchia ristretta di automobilisti (clienti fedeli e dipendenti) a cui il nuovo Autopilot è già stato “sbloccato”. Quindi, i ritardi si sommano ai ritardi. Però, se si vuole vedere il bicchiere anche mezzo pieno, allora possiamo guardare alle caratteristiche che l’aggiornamento introduce, così da poterci fare un’idea su come funzionerà nel dettaglio il Full Self Driving quando sarà finalmente rilasciato.

Cosa cambia

È stato lo stesso Elon Musk a diffondere le migliorie apportate al sistema con l’ultimo aggiornamento. Gli sforzi, in questo caso, si sono concentrati sulla capacità del sistema di adattarsi e di apprendere dalle situazioni reali per predire in modo sempre più preciso i movimenti di veicoli, pedoni e altri oggetti individuati.

  • Immissione dalle strade secondarie alle strade principali con incremento della velocità (questa tecnologia sarà adottata su tutte le strade con l’arrivo della versione 9.3)
  • Miglioramento della capacità di sorpasso di un veicolo più lento che precede la nostra auto attraverso l’analisi dettagliata delle cause per cui sta avanzando lentamente
  • Introduzione della prima versione del sistema di previsione della strada che percorreranno i veicoli che ci precedono
  • Nuova mappatura automatica più dettagliata della strada e delle carreggiate
  • Nuovo sistema di analisi con velocità aumentata del 12% basato per la prima volta sulla tecnologia “Auantization-Aware-Training”
  • Analisi dello scenario di guida sincronizzata tra i dati raccolti dalle telecamere e la costruzione di uno spazio vettoriale
  • Introduzione di una “modalità ombra” per alcuni oggetti che permetterà di costruire un modello più fedele alla realtà dell’ambiente circostante
Tesla Model S

Ma quando arriva?

Tutto molto interessante. Ma la domanda resta: quando sarà pronto il FSD di Tesla? A questo punto, difficile fare altre previsioni, visto che le dichiarazioni dello stesso Elon Musk sono state puntualmente disattese.

Alcuni dicono che entro un paio di mesi sarà effettivamente tutto pronto, ma a regola il sistema sarebbe dovuto essere disponibile già da un po' (anche in abbonamento). È anche vero che Musk ha problemi più importanti da risolvere, come ad esempio la questione sulla Gigafactory Berlino, che sembra pronta per entrare finalmente in funzione.

 

Quindi, tornando al sistema di guida autonoma, per ingannare l’attesa si può guardare il video pubblicato da Chuck Cook, uno dei fortunati a essere entrato nel sistema di sperimentazione del Full Self Driving, che ha realizzato un filmato in cui mostra il sistema nella sua versione 9.2.