Hyundai è stata una delle prime Case a puntare sulle alimentazioni alternative. In gamma, da anni, ha inserito vetture elettriche, plug-in, ibride e, con la Nexo, anche a idrogeno fuel cell. Ma con la presentazione della piattaforma E-GMP prima e della Ioniq 5 poi, ha dato una decisa accelerata nella transizione energetica.

Il merito è del ceo Jaehoon Chang, che oggi punta con ancor più determinazione sulla strategia dell’elettrificazione per portare il brand Hyundai e il collegato marchio Genesis nel futuro.

Tante elettriche in arrivo

In una recente intervista ad Automotive News, Chang non ha usato mezzi termini. Ha detto: “Questa è la transizione che vogliamo seguire il più velocemente possibile. Saremo molto aggressivi sull’elettrificazione”.

In effetti, l’obiettivo è ambizioso: lanciare 13 auto completamente elettriche entro il 2030, incluse la già citata Ioniq 5, apri fila di una nuova famiglia a zero emissioni, e le attese Ioniq 6 e Ioniq 7. Oltre a queste tre vetture, tutte basate sulla piattaforma G-CMP, ce ne saranno altre che sfrutteranno altri pianali che sono al momento in via di definizione ma su cui la Casa mantiene il riserbo.

hyundai-electric-global-modular-platform-e-gmp

Sostenere il cambiamento

Dettagli a parte, l’obiettivo della Casa è di chiudere il 2022 con 220.000 vetture elettriche vendute. Si tratterebbe di un grosso passo in avanti considerando le 140.000 BEV attese entro la fine del 2021 (considerando il periodo gennaio-novembre la Casa è arrivata a 108.000) e le 90.000 del 2019. Guardando più avanti, l’intero gruppo Hyundai crede che arriverà nel 2026 a vendere 1,7 milioni di auto alimentate esclusivamente a batteria. Le stime precedenti, che fissavano l’orizzonte al 2025, non andavano oltre il milione di unità.

Per dare seguito alle dichiarazioni, la Casa ha già stanziato investimenti da svariati miliardi di dollari dedicati all’elettrificazione e ha contestualmente deciso di fermare lo sviluppo di motori termici. Per questo motivo, ad esempio, Genesis diventerà un brand esclusivamente a zero emissioni a partire dal 2025.

Vista la stretta parentela, è probabile che anche Kia segua un percorso simile, tra l'altro già avviato con l'arrivo sul mercato della EV6. Da ricordare infine che Hyundai, proprio come Tesla, ha provveduto a creare un ecosistema completo che ruota intorno all'auto elettrica. Lo ha fatto presentando il sistema di accumulo energia casalinga che sfrutta pannelli solari e wallbox.

Fotogallery: Foto - Hyundai Seven Concept