Tesla ha aggiornato di nuovo il suo Full Self Driving. La versione Beta del sistema evoluto di sistema alla guida arriva alla versione 10.11 e, stando a quanto dichiarato da Elon Musk in persona: “Ha molti aggiornamenti e funziona davvero bene”.

È dall’ottobre del 2020 che Tesla parla di questo suo Full Self Driving e da oltre un anno, a più riprese, la Casa afferma di essere prossima alla sua commercializzazione ma per ora non si è andati oltre la sperimentazione attraverso un progetto pilota che coinvolge un numero ristretto di automobilisti.

Gli ultimi aggiornamenti

Dopo aver rilasciato la versione 10.10 a inizio febbraio, e aver contestualmente aumentato il numero di vetture (ora sono 60.000) su cui è disponibile il Full Self Driving, Tesla ora ha reso disponibile la versione FSD Beta 10.11. Ecco cosa introduce.

  • Modellazione aggiornata della geometria delle corsie con creazione di uno "spazio vettoriale" collegato a una rete neurale. Ciò consente di prevedere le corsie di attraversamento, consente una post-elaborazione più snella e precisa dei dati e apre la strada alla previsione di molte altre informazioni e delle interazioni tra esse. Utilizza previsioni più accurate su dove i veicoli stanno svoltando o si stanno unendo per ridurre i rallentamenti non necessari in presenza di veicoli che non attraverseranno il nostro percorso.
 
  • Migliore comprensione del diritto di precedenza se la mappa è imprecisa o l'auto non può seguire la navigazione. In particolare, la modellazione delle intersezioni è ora interamente basata sulle previsioni di rete e non utilizza più le informazioni provenienti dalla mappa.
  • Precisione incrementata del 44,9% nei rilevamenti con relativa drastica riduzione dei falsi positivi riguardo a pedoni e ciclisti. Ciò è stato ottenuto aumentando la dimensione dei dati del sistema di catalogazione automatica di nuova generazione.
  • Riduzione del 63,6% dell'errore di valutazione della velocità di motocicli, scooter, sedie a rotelle e pedoni molto vicini. Per fare ciò è stato introdotto un nuovo set di dati di interazioni simulate ad alta velocità. 
  • Maggiore precisione nel controllo e analisi degli ostacoli vicini con previsione più accurata della loro posizione.
  • Riduzione del 17% del tasso di errore nella valutazione dei veicoli "parcheggiati". Migliorata anche la precisione nell’interpretazione della luce dei freni.
  • Riduzione dell'errore di valutazione delle velocità pari al 5% in contesti aperti e del 10% in contesti autostradali grazie all’ottimizzazione delle prestazioni di analisi dei dati.
 
  • Miglioramento del rilevamento e del controllo delle portiere aperte delle auto.
  • Miglioramento della percorrenza di curva attraverso un’analisi più precisa delle linee stradali da seguire e un controllo puntuale di accelerazione laterale e longitudinale.
  • Aumento della stabilità nella visualizzazione della User Interface del Full Self Driving grazie all’ottimizzazione del trasferimento dati via Ethernet pari al 15%.

Platea in crescita

Elon Musk ha affermato che se questo aggiornamento si mostrerà sicuro e stabile, allora la Casa lo renderà disponibile anche a quegli automobilisti Tesla che non avevano superato le valutazioni sullo stile di guida con il voto massimo di 100 centesimi.

Se il Full Self Driving fosse offerto anche a chi ha ottenuto un punteggio di 95, allargando enormemente il bacino di utenza. Oltre a questo, il Full Self Driving sarà disponibile per un pubblico più ampio anche in Canada.