C’è chi nei carburanti sintetici ci crede di più e chi ci crede di meno. Porsche, ad esempio, è tra le più attive nel campo e per trovare un sostituto credibile alla benzina ha aderito a un gruppo di investitori che ha scommesso in totale 240 milioni di euro su una startup che punta a produrre e-fuel sfruttando l’energia eolica.

Porsche, nello specifico, ha stanziato a favore del progetto 68,5 milioni di euro accaparrandosi il 12,5% di azioni di suddetta società, chiamata HIF Global. HIF sta costruendo un impianto in Cile per avviare la produzione di carburanti sintetici partendo dall’elettricità prodotta con idrogeno e anidride carbonica attraverso energia di origine eolica.

Si parte tra qualche mese

Questo sito produttivo, che sarà attivo a partire da metà anno, sarà il primo di 12 che HIF Global vuole realizzare nel mondo, dal Texas all’Australia. Per portare a termine il piano saranno necessari circa 40 miliardi di euro ma, alla fine, l’azienda afferma di essere in grado di produrre circa 150.000 barili di carburante al giorno utilizzando 25 GW di energie rinnovabili e 25 milioni di tonnellate di anidride carbonica.

Si tratta di una grande novità, considerando i metodi - costosi e parecchio inquinanti - con cui si producono e-fuel al giorno d'oggi.

Prova Porsche 911 Carrera GTS 2022

Oltre Porsche, che con il proprio membro del board Michael Steiner siederà nel consiglio di amministrazione di HIF, hanno preso parte al round di finanziamento anche i fondi EIG Global Energy Partners e Baker Hughes, oltre a vari altri soggetti tra cui gli azionisti di maggioranza della Andes Mining & Energy of Chile e Gemstone Investments.

Il ruolo futuro degli e-fuel

Porsche, che fino al momento della IPO fa ancora parte a tutti gli effetti del Gruppo Volkswagen, a differenza da quanto affermato dai vertici di Wolfsburg, crede che gli e-fuel possano trovare impieghi futuri, purché di nicchia.

La Casa di Stoccarda ha già definito le proprie tappe verso una mobilità interamente a zero emissioni, ma crede che per i possessori di modelli iconici di oggi e di ieri (Porsche 911 su tutti) i carburanti sintetici possano rappresentare un’alternativa a basso impatto ambientale che consenta di allungare la vita utile delle loro auto.