La regione più 'elettrica' d'Italia? Risposta ovvia: la Lombardia. E invece no, almeno se si considera il numero di auto full electric in relazione al numero degli abitanti. Quindi, niente Lombardia o Lazio in cima alla classifica, ma, a sorpresa, la Toscana.

Chiaro che se facessimo riferimento soltanto al numero complessivo delle auto 100% elettriche nelle varie aree, la regione con capoluogo Milano primeggerebbe in assoluto.

Guardando però lo stesso numero in relazione agli abitanti, qual è davvero la propensione elettrica pro capite? Un aiuto per trovare una risposta ce lo fornisce direttamente l’Annuario statistico Aci con i dati del 2021 che abbiamo rielaborato raffrontandoli con la popolazione delle singole regioni in base all’ultimo censimento ISTAT.

Certamente non si tratta di una statistica precisa in termini assoluti, perché andrebbero valutate anche le immatricolazioni di leasing e noleggi a lungo termine, come nel caso di Trentino e Valle d'Aosta, ma che certamente può rendere un’idea di quello che finora è stato l'habitat delle vetture elettriche nelle varie regioni.

Il caso Toscana

Analizzando i numeri regione per regione, il dato più rilevante è sicuramente quello della Toscana, che con 10.482 auto elettriche per 3.676.285 abitanti ottiene un rapporto percentuale dello 0,29% e si posiziona al primo posto, escludendo Valle d'Aosta e Trentino Alto-Adige per le quali tra poche righe faremo un discorso dedicato.

Leggendo il rapporto di Motus-E sull'infrastruttura di ricarica della Penisola aggiornato al 31 dicembre 2021, si intuiscono subito i motivi di questo risultato. Nella regione del Centro-Nord Italia, ci sono infatti attualmente più di 2.147 punti di ricarica, un numero nella media nazionale che non stupisce, ma che è in rapporto elevatissimo in relazione agli abitanti.

In particolare, il dato più rilevante è quello delle colonnine sulla base di 10.000 abitanti nel comune di Firenze, che è pari a 14,17 il più alto a livello nazionale tra i capoluoghi di regione secondo lo stesso report.

Foto - Four Seasons e Canossa Events in Toscana
Foto - Four Seasons e Canossa Events in Toscana

Un altro indizio sulla leadership della Toscana in questa particolare classifica ce lo può fornire un'analisi sulle abitudini automobilistiche dei cittadini, elaborata dalla stessa Regione alcuni anni fa, non molto attuale ma pur sempre valida per farsi un'idea di massima.

Secondo la ricerca, gli abitanti della Toscana sono in larga percentuale o liberi professionisti che usano l'auto per lavoro, ma restando per lo più nei confini della regione, o dipendenti che scelgono la propria vettura per tragitti occasionali durante i fine settimana, preferendo però il trasporto pubblico per gli spostamenti quotidiani. In poche parole, due tipi di utilizzo piuttosto adatti alle auto elettriche.

Lazio e Lombardia

Cercando le regioni più 'elettriche', d'Italia, potrebbe venire in mente di dirigere la propria attenzione verso il Lazio, che conta 12.268 auto a zero emissioni, o la Lombardia, a quota 23.429 auto, sia per una questione di popolazione sia per una questione di avanzamento di infrastruttura.

Effettivamente il numero di auto 100% elettriche lombardo è superiore di 13.181 unità rispetto alla regione più elettrica d'Italia, la Toscana, trovandosi perfino al primo posto per numero di punti di ricarica a livello nazionale. Guardando però i rapporti tra le unità circolanti e il numero di abitanti, emerge che per la Lombardia la percentuale di riferimento tocca quota 0,24%, mentre per il Lazio si ferma a un più basso 0,21%, numeri ben distanti dallo 0,29% totalizzato proprio dalla Regione fiorentina. 

Sony collabora a un progetto di sperimentazione di smart city a Roma
Maserati Grecale Duomo Milano

La Lombardia e il Lazio hanno anche un secondo problema però. A causa dell'elevato numero di abitanti, le colonnine attualmente installate non sono sufficienti a garantire una copertura capillare su tutto il territorio. Prendendo come esempio ancora una volta il solo capoluogo di regione, Milano, con una popolazione (aggiornata al 2021) di 1.374.582 abitanti e con "soli" 717 punti di ricarica sul territorio, ha un rapporto di punti di ricarica ogni 10.000 abitanti di 5,22, un numero ben lontano da quello segnato, ancora una volta, proprio dal comune di Firenze.

L'amministrazione meneghina ha già annunciato che nel corso del 2022 saranno attivati ulteriori 81 stalli di ricarica sul territorio, un numero che però non sembra ancora sufficiente a poter gestire il parco circolante elettrico più grande d'Italia.

La situazione per quanto riguarda il comune di Roma, quello più esteso in assoluto in Italia con una superficie totale di 1.285 km², è soltanto leggermente migliore. Con un numero di abitanti pari a 2.770.226 (aggiornati al 2021) per 1.673 punti di ricarica, riesce a garantire 6,02 colonnine ogni 10.000 abitanti, anche in questo caso un risultato molto lontano da quello di Firenze.

Le altre regioni

Tra il Lazio e la Lombardia si posiziona il Veneto, con un rapporto percentuale tra abitanti (4.854.633) e numero di auto elettriche (10.547) pari allo 0,22%. Parlando di capoluoghi di regione invece, a fare un po' meglio di Milano e Roma è la città di Bologna, con un'infrastruttura di ricarica piuttosto avanzata che vanta 7,25 colonnine ogni 10.000 abitanti, subito seguita da Genova e da Catania.

A tal proposito, è singolare infine anche la differenza tra le due isole maggiori, la Sicilia e la Sardegna. Nonostante una maggior estensione del territorio siculo, con un numero di abitanti di quasi 3 volte superiore e oltre 283 punti di ricarica in più, è proprio la Sardegna ad avere la meglio, con un rapporto percentuale tra abitanti e auto a zero emissioni dello 0,10%, il doppio dello 0,05% totalizzato dalla Sicilia. Un sinonimo della grande fiducia dei sardi verso la nuova mobilità sostenibile.

I parchi eolici galleggianti offshore di Hexicon
In Sardegna saranno presto costruiti dei nuovi parchi eolici

Trentino e Valle d'Aosta

I due casi del Trentino Alto Adige e della Valle d'Aosta sono invece da trattare a parte, come anticipavamo. Sulla carta entrambe le regioni segnano dei numeri piuttosto importanti per il parco circolante elettrico italiano, sempre in relazione ai loro abitanti.

Per esempio in Trentino, secondo l’Annuario statistico Aci, dovrebbero circolare 23.274 auto a zero emissioni, che messe in relazione con il numero di abitanti pari a 1.077.932, secondo il rapporto ISTAT al primo gennaio 2022, contribuirebbero a segnare una percentuale di auto elettriche per abitanti pari al 2,16%. Un dato elevatissimo, ma che resta soltanto puramente teorico.

Le strade più belle della Valle d'Aosta

Questo perché entrambe le regioni offrono diverse agevolazioni per l'immatricolazione di auto nuove nei loro registri, primo tra tutti il bollo ridotto del 70% rispetto, per esempio, al Lazio. Vantaggi fiscali che negli anni hanno spinto sempre più aziende di noleggio a lungo termine ad aprire sedi a Aosta, Bolzano o Trento.

Questo rende quindi inutilizzabile il numero di auto elettriche sul territorio ricavato dall'Aci per Trentino e Valle d'Aosta, in quanto gran parte dei veicoli immatricolati sotto le ali di multinazionali di noleggio non circolano realmente per quelle strade alpine, ma piuttosto nelle grandi città metropolitane italiane.

La classifica completa

Regione Abitanti Numero              di auto elettriche Numero              di punti di ricarica Rapporto tra auto elettriche e abitanti Punti di ricarica ogni 10.000 abitanti nel capoluogo
Toscana 3.676.285 10.248 2.147 0,29 14,17
Lombardia 9.965.045 23.429 4.542 0,24 5,22
Veneto 4.854.633 10.547 2.422 0,22 nd
Lazio 5.715.190 12.268 2.667 0,21 6,05
Piemonte 4.252.279 8.652 2.650 0,20 4,51
Friuli 1.197.295 2.219 656 0,19 nd
Emilia Romagna 4.431.816 7.927 2.392 0,18 7,25
Marche 1.489.789 2.072 674 0,14 nd
Umbria 859.572 1.086 577 0,13 nd
Abruzzo 1.273.660 1.347 610 0,11 nd
Liguria 1.507.438 1.634 725 0,11 5,54
Sardegna 1.579.181 1.653 806 0,10 nd
Basilicata 539.999 387 188 0,07 nd
Molise 290.789 168 128 0,06 nd
Puglia 3.912.166 2.285 966 0,06 2,21
Sicilia 4.801.468 3.096 1.089 0,06 4,89
Calabria 1.844.586 923 493 0,05 nd
Campania 5.590.681 2.945 776 0,05 2,29
Trentino* 1.072.932 23.274 1.101 2,16 nd
Valle d'Aosta* 123.337 1.640 415 1,33 nd