Per una Tesla Model 3 nuova, versione Performance a parte, si deve aspettare il prossimo anno. Per una Model Y va un pochino meglio: si parla di ottobre-dicembre 2022. 

E se la voglio subito? Ci sono 2 strade, guardare tra i (rari) esemplari in pronta consegna o cercare una Tesla usata. In questo senso, la Casa americana ha avviato un interessante programma sulle sue auto di seconda mano. Vediamo come funziona.

Tutti i controlli del caso

L’usato Tesla che viene gestito direttamente dalla Casa riguarda quelle vetture che vengono portate negli store dai clienti che permutano la loro vecchia auto con una nuova. 

A quel punto il servizio assistenza avvia una serie di test e controlli qualità che certificano lo stato delle vetture e, una volta fatto questo check, mette le auto visibili su una piattaforma online dedicata. 

Tesla store with Model X in Cabot Square mall at Canary Wharf London UK

Basta consultare l’apposito sito e vedere se c’è un esemplare che risponde alle nostre esigenze. Con il vantaggio di poter usufruire anche della consegna immediata: addirittura poche ore dall’acquisto o, nella peggiore delle ipotesi, una manciata di giorni.

Autopilot e garanzia estesa

Tutte le auto, oltre alle verifiche al momento della consegna, vengono aggiornate con l’ultima versione software e sono tutte dotate, senza costi aggiuntivi, di Autopilot avanzato. Un optional che, al giorno d’oggi, su una Model 3 o una Model Y costa 3.800 euro. Include cambio corsia automatico, navigazione con pilota automatico, parcheggio automatico e Summon.

Infine, tutte le Tesla usate sono coperte dalla parte residua della garanzia estesa, che in totale ha durata di 4 anni o 80.000 km. Allo scadere di questo periodo, i veicoli usati sono coperti da ulteriori 12 mesi o 20.000 km di garanzia.