I cinesi di Xpeng hanno rilasciato le prime foto degli interni della G9, il loro SUV elettrico di punta che debutterà in Cina a settembre, con consegne a partire dal quarto trimestre (i preordini sono stati aperti il 10 agosto e quasi 23.000 clienti cinesi hanno già versato un deposito di circa 290 euro per una G9 in appena 24 ore). Successivamente arriverà anche in Europa e le specifiche tecniche appena rilasciate fanno promesse molto ambiziose.

Xpeng afferma che la G9 aggiunge fino a 200 km di autonomia CLTC con 5 minuti di ricarica. Sulla carta fa meglio della Lucid Air, che può aggiungere circa 160 km di autonomia EPA in cinque minuti, ma bisogna vedere quale dei due EV aggiunge più autonomia nella vita reale, date le differenze tra i cicli di test CLTC cinesi e quelli EPA americani.

Come ci riesce

L'Xpeng G9 deve le sue prestazioni di ricarica ultraveloce in parte alla piattaforma in carburo di silicio (SiC) da 800 volt, la prima architettura cinese di questo tipo prodotta in serie. Inoltre, Xpeng sta lanciando i suoi nuovi compressori S4 da 480 kW per sfruttare appieno la piattaforma da 800 V e offrire ai clienti una migliore esperienza di ricarica.

Foto - Xpeng G9

L'autonomia massima della G9 è di circa 701 km, sempre secondo gli standard CLTC. La G9 a doppio motore ha una potenza di picco di 550 CV - 175 kW all'anteriore e 230 kW al posteriore - e una coppia di picco di 717 Nm. Ciò consente al SUV, lungo 4,9 metri, di accelerare da zero a 100 km/h in circa 3 secondi.

Il telaio comprende un avanzato sistema di sospensioni multi-link all'anteriore e sospensioni pneumatiche a doppia camera al posteriore ed è stato messo a punto da ingegneri specializzati con sede in Germania.

Dentro ha tecnologia 3D e omaggia Fibonacci

Dentro la Xpeng G9 offre cinque posti e sedili con finiture di alta qualità e pelle Nappa premium. Tra i punti salienti figurano il doppio schermo intelligente da 14,96 pollici alimentato da un chip Qualcomm Snapdragon 8155, i sedili ergonomici con funzioni di riscaldamento, ventilazione (solo davanti) e massaggio, la trapuntatura dei sedili è ispirata alla silhouette della Canton Tower (con i suoi 600 metri è una delle torri più alte al mondo, la seconda in Cina dopo quella di Shanghai) e i motivi di design sui pannelli delle porte sono basati sui principi di Fibonacci (il celebre matematico italiano).

Foto - Xpeng G9

Per quanto riguarda la tecnologia, la G9 è dotata del primo sistema di interfaccia utente 3D interattivo prodotto in serie che proietta il mondo reale sullo schermo, di un nuovissimo assistente vocale che risponde ai dialoghi provenienti da tutte e quattro le zone dell'auto.

E' come una sala da concerto

La G9 è inoltre dotata del sistema multimediale di Xpeng, Xopera, che si dice simuli l'isolamento acustico a livello di una sala da concerto. Xopera è progettato per creare un'esperienza immersiva in 5D insieme al sistema audio Dynaudio Confidence a 28 altoparlanti e alla tecnologia audio Dolby Atmos, con gli utenti che sperimentano anche le vibrazioni del sedile, le modifiche all'illuminazione ambientale, l'aria condizionata e le fragranze dell'auto durante la visione di un film, l'ascolto di musica o il semplice relax.

Infine, la Xpeng G9 è dotata del "primo sistema di assistenza alla guida avanzato a scenario completo del settore" con 31 sensori Lidar, doppio chip di guida assistita intelligente NVIDIA Drive Orin-X e architettura di comunicazione Gigabit Ethernet.

Fotogallery: Xpeng G9