Si è aperta una nuova era per Lotus. L'Emira è l'ultimo modello con motore termico della Casa britannica, che ha già iniziato la sua transizione all'elettrico. La prima Lotus a zero emissioni è stata il SUV elettrico Eletre, a cui è seguita la berlina Emeya. 

Ma la trasformazione del marchio non si limita solo ai modelli. Lotus ha infatti presentato la sua personale colonnina di ricarica capace di fornire fino a 450 kW.

Bastano 20 minuti

Lotus ha sviluppato un caricatore a corrente continua raffreddato a liquido in grado di alimentare una batteria a 450 kW. Nel caso della Eletre R, si ottengono 142 km di autonomia dopo soli cinque minuti di ricarica. Per fare un paragone, il Supercharger V3 di Tesla consente di rifornire la batteria per 120 chilometri di autonomia nello stesso tempo, mentre una Hyundai Ioniq 5 offre 100 chilometri.

La colonnina Lotus da 450 kW

La colonnina Lotus da 450 kW

Il caricatore CC raffreddato a liquido consente alla Eletre R di passare dal 10 all'80% in 20 minuti quando si ricarica a 450 kW. A 350 kW, invece, l'autonomia viene estesa di 120 chilometri in cinque minuti. Questo potente caricatore è completato da una componente di alimentazione, anch'esso raffreddato a liquido, ideale per le aree di sosta lungo le autostrade.

Lotus ha anche progettato un'unità di ricarica che può supportare fino a quattro veicoli elettrici contemporaneamente.

Queste soluzioni di ricarica ultraveloci sono già in funzione in Cina e saranno implementate in Europa e in Medio Oriente nel secondo trimestre del 2024. Altri Paesi al di fuori di queste regioni si aggiungeranno nel prossimo futuro.

Dall'Eletre ad una sportiva di razza

Intanto, le prime Eletre hanno raggiunto le concessionarie nei mesi scorsi. La Lotus è disponibile in una versione da 612 CV e una variante R supersportiva da 918 CV capace di scattare da 0 a 100 km/h in 3 secondi netti. Questa stessa potenza si ritrova sull'Emeya, la prima hyper-GT del brand inglese.

Tra l'altro, Eletre ed Emeya sono state solo l'inizio per Lotus. Il marchio di proprietà della Geely si è impegnato a diventare puramente elettrico entro il 2028 e per riuscirci sono previsti anche un crossover più piccolo e un'auto sportiva a zero emissioni. 

Fotogallery: La colonnina Lotus da 450 kW