La gamma di BYD si allarga, anche se solo in Cina (per ora). A marzo, il Costruttore asiatico inizierà le vendite della Yuan UP, un nuovo crossover compatto destinato, al momento, agli automobilisti del mercato domestico.

Il prezzo di partenza (convertito alla nostra valuta) sarà di circa 13.000 euro: il modello sarà così uno dei più economici dell'intero segmento in Cina. Non sappiamo se la Casa abbia in programma di proporlo anche in Europa, anche se è facile credere che un listino così attraente (al netto di inevitabili rialzi nel Vecchio Continente per dazi e adeguamento dell'equipaggiamento di serie) possa rendere il crossover interessante anche dalle nostre parti.

Com'è fatta

Basata sulla piattaforma e-Platform 3.0, la Yuan UP riprende il frontale chiamato "Dragon Face" visto anche sulla Song L. Il paraurti ha forme squadrate, con due inserti elaborati nella parte inferiore e intagli ai lati simili a delle prese d'aria. 

BYD Yuan UP

BYD Yuan UP

Le fiancate hanno un design dinamico grazie ai montati a contrasto di colore nero e delle modanature nella zona bassa che riprendono quelle dei paraurti, mentre i cerchi in lega a cinque razze conferiscono ulteriore sportività al crossover. Alla moda la "coda", con la barra Led che attraversa tutto il portellone e una grafica con effetto tridimensionali per i fari.

Batterie e motori

La nuova BYD misura 4,31 m di lunghezza, 1,83 m di larghezza e di 1,68 m d'altezza, con un passo di 2,62 m. Secondo i primi dati diffusi dalla Casa, la Yuan UP si può scegliere con powertrain da 95 CV e 184 CV, due soluzioni simili a quelle montate sulla Dolphin (venduta anche in Europa). In entrambi i casi, la velocità massima è di 160 km/h.

BYD Yuan UP

BYD Yuan UP

La batteria LFP ha tagli da 32 kWh e 45,1 kWh, con un'autonomia massima di 401 km nel ciclo CLTC (tendenzialmente più ottimistico del WLTP). 

Fotogallery: BYD Yuan UP