Mentre porta avanti i piani per espandersi nei mercati europei e mondiali, la cinese BYD continua a macinare record in patria. Sono quasi 207.000, precisamente 206.904, i NEV (New electric vehicles, l’insieme di auto elettriche, ibride plug-in e a idrogeno) venduti dalla Casa a gennaio scorso.

Numeri che consentono al Costruttore di conquistare un market share locale pari al 31% e crescere del 48% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Molto più staccati sono invece i competitor, che non superano il 10% del mercato. Tesla compresa.

La classifica in Cina

Stando infatti ai dati pubblicati dalla China Passenger Car Association (CPCA), il secondo posto della classifica va a Geely, con 64.286 NEV consegnati e quota di mercato del 9,6%. La crescita su base annua arriva al 632,1%.

Foto - BYD Han - Immagini - Prova su strada

BYD Han

A chiudere il podio è invece Changan: 51.109 le vetture a zero o basse emissioni immatricolate (+181,9%) e 7,7% il market share della Casa. Seguono SAIC-GM-Wuling (41.066 vendite; 6,2% della quota di mercato e 132,8% la crescita) e Tesla (39.881 vendite; 6% della quota di mercato e 48,6% la crescita). La graduatoria continua con Li Auto, Seres, Great Wall, GAC Aion e Dongfeng.

  1. BYD: 206.904 (+48%; quota di mercato del 31%)
  2. Geely: 64.286 (+632,1%; quota di mercato del 9,6%)
  3. Changan: 51.109 (+181,9%; quota di mercato del 7,7%)
  4. SAIC-GM-Wuling: 41.066 (+132,8%; quota di mercato del 6,2%)
  5. Tesla: 39.881 (+48,6%; quota di mercato del 6%)

Bisogna però ricordare che Elon Musk e soci sono gli unici, fra i primi cinque, a produrre auto esclusivamente elettriche. La CPCA non pubblica la classica per vendite di soli BEV, ma fa sapere che i veicoli full electric immatricolati a gennaio sono circa 376.000 e che Tesla rappresenta il 10,61% delle consegne.