Il freddo fa sempre meno paura all’auto elettrica. È vero che le prestazioni delle batterie calano quando le temperature scendono, ma la tecnologia sta progredendo e, in futuro, le oscillazioni in termini di autonomia e velocità di ricarica saranno meno soggette al clima.

Un’interessante panoramica sul settore e sui progressi compiuti nell’ultimo periodo è stata fornita durante l’edizione 2024 di Interbattery, fiera di settore tenutasi a Seul. Tra le novità più interessanti presentate in Corea ci sono le nuove batterie LFP di SK On, azienda che fornisce Ford, Volkswagen e Hyundai. Ma facciamo un passo indietro e andiamo con ordine.

SK On a tutto LFP

Una batteria LFP messa a -20 gradi centigradi, in media, perde il 70% delle proprie capacità. SK On, però, a Seul ha presentato un accumulatore LFP chiamato "Winter Pro", che ha una capacità di ricarica “sottozero” migliorata del 16% rispetto al passato.

Una cella a sacchetto con chimica LFP di SK On

SK On ha presentato anche un’altra batteria LFP che, rispetto a quella che messa in commercio nel 2021, ha una densità energetica aumentata del 19% e la capacità di ricaricarsi più velocemente. Ora impiega 15 minuti per arrivare all’80% anziché 18.

Secondo Youngmoon Riew, vicepresidente per la pianificazione commerciale, SK On è già in trattativa con varie Case automobilistiche per fornire sia la nuova batteria LFP “migliorata”, sia quella Winter Pro.

Samsung spinge sullo stato solido

Se SK On ha concentrato gli sforzi sul litio-ferro-fosfato per offrire al mercato batterie economiche ma dotate di buone prestazioni, Samsung SDI ha adottato una strategia diversa. L’azienda coreana, che già collabora con Stellantis e General Motors anche per la costruzione di Gigafactory negli Stati Uniti, spinge infatti sullo stato solido.

La batteria allo stato solido Samsung SDI

Yooho Choi, ceo di Samsung SDI, ha le idee chiare: “Serve un salto generazionale per dare un’accelerazione decisa alla diffusione delle auto elettriche. Le tecnologie sulle batterie agli ioni di litio sono quasi mature e i miglioramenti che si vedranno in questo campo nei prossimi anni saranno marginali”.

Per questo Samsung vuole accelerare sullo stato solido, per immettere sul mercato prodotti con una densità energetica significativamente maggiore e velocità di carica molto più alta. L’obiettivo è produrre in massa questo tipo di batterie già nel 2027.

Samsung SDI punta a batterie che si ricaricheranno in 9 minuti da proporre già nel 2026 e che abbiamo una ricarica di 9 minuti entro il 2026 e una durata di vita di 20 anni entro il 2029.