Non è un momento facile per Tesla, che per far fronte al calo della domanda e all’aumento delle auto elettriche nei piazzali, ha deciso di tagliare nuovamente i prezzi su tutti i principali mercati mondiali. Giù i listini, dunque, in USA, Cina ed Europa, Italia inclusa.

Le riduzioni di prezzo arrivano dopo che Tesla ha annunciato risultati poco soddisfacenti nel primo trimestre del 2024. Le consegne sono scese dell’8,5% (per la prima volta dopo anni in cui la crescita è stata costante) e si sono fermate a 386.810 vetture. La contrazione è stata causata, secondo quanto dichiarato, sia dal calo generale della domanda di auto elettriche, sia per l’intensificarsi della guerra dei prezzi, che, soprattutto in Cina, è stata animata dall’arrivo sul mercato di parecchi modelli a zero emissioni molto convenienti.

Servono novità

Se le vendite Tesla sono in calo, però, è anche perché la Casa ha una gamma abbastanza datata e fa fatica a rinnovarla. L’ultima novità in ordine di tempo (Cybertruck a parte) è data dalla nuova Model 3, arrivata qualche mese fa e diversa solo nell’estetica e in qualche dettaglio tecnico dalla “vecchia”.

da sinistra: Tesla Model 3 (alias Highland) e Tesla Model Y del 2024

La Tesla Model 3 (Highland) e la Tesla Model Y

Tesla si sta concentrando su altri progetti, dallo sviluppo senza fine del Full Self-Driving alla piattaforma per il Robotaxi e la Model 2. Se da una parte si tratta di sforzi necessari per farsi trovare pronti alle sfide del futuro, dall’altra portano con sé conseguenze negative nel presente. Ma torniamo ai tagli sui listini.

Tagli su tutti i modelli

In Italia la Tesla Model 3 ha ora un prezzo di partenza di 40.490 euro. A questa cifra si acquista un esemplare della Project Highland a trazione posteriore. La Long Range a trazione integrale, invece, costa 47.990 euro mentre la Performance non è ancora in vendita.

Riguardo alla Model Y, quella a trazione posteriore costa 42.690 euro e, insieme alla Model 3 a trazione posteriore, è l'unico modello in Italia compatibile con gli incentivi.

Per le Model Y Long Range si devono invece mettere in conto 48.990 euro se si vuole il modello a trazione posteriore e 51.990 se si sceglie quello a trazione integrale. Sono 57.990 euro, infine, gli euro da cui parte la Model Y Performance.

Tesla Model S

La Tesla Model S

Anche i listini della Model S e Model X sono stati tagliati. La Model S Dual Motor costa ora 93.990 euro, mentre la Plaid arriva a 108.990. Per la Model X, come da tradizione, i prezzi sono leggermente più alti. La Dual Motor costa 100.990, la Performance costa 115.990 euro.

I problemi non finiscono qui

Parlando del periodo difficile che Elon Musk e soci si trovano ad affrontare, si deve citare poi il fatto che il Full Self-Driving, anch’esso in fortissimo ritardo sulla tabella di marcia, è stato abbassato di prezzo, forse per convincere un numero maggiore di automobilisti della bontà di una tecnologia che stenta a terminare lo sviluppo. 

Tesla Cybertruck

Infine, ci sono problemi anche con il Cybertruck. In questo caso l’inconveniente riguarda il fissaggio del pedale dell’acceleratore. È stato risolto, ma ha portato ritardi sulla produzione della scorsa settimana, allungando ancor di più i tempi di consegna.

Fotogallery: Tesla Model 3 (Highland) 2024