La divisione High Tech della cinese Gotion ha annunciato una serie di nuovi prodotti nel comparto delle batterie ad alta efficienza che intende immettere sul mercato a breve.

La più interessante è una batteria con capacità di ricarica 5C, cioè in grado di assorbire una potenza di ricarica fino a 5 volte superiore alla sua capienza e dunque ridurre i tempi del rifornimento.

Un kWh ogni 15 secondi

In sostanza, la nuova batteria di Gotion, chiamata G-Current, consentirebbe di caricare un ipotetico formato da 50 kWh con una potenza massima di 250 kW, appunto cinque volte di più. L'azienda annuncia infatti tempi di ricarica dell'80% in meno di 9 minuti e del 90% in appena 1/4 d'ora, considerando le curve di ricarica e le logiche di salvaguardia della batteria stessa.

La cosa interessante è che questa tecnologia non si lega a una specifica composizione chimica o a un determinato range di utilizzo, ma è applicabile a diverse tipologie di batterie, sia per veicoli 100% elettrici, sia per ibridi e con celle LFP, LMFP e NCM. Secondo i vertici dell'azienda, sarebbe già pronta per la produzione in massa.

Le altre novità

Partner di colossi come Volkswagen, Gotion ha annunciato parecchie innovazioni negli ultimi mesi, compresa la batteria da 1.000 km di autonomia, la cui entrata produzione è stata programmata per quest'anno.

Nel corso della stessa conferenza ha presentato anche una nuova batteria cilindrica NCM Stellary (nichel-cobalto-manganese) ad elevato contenuto di nichel e dunque con una densità energetica potenzialmente maggiore, a cui si abbinerebbe però anche in questo caso una capacitò di ricarica più elevata dello standard, con circa 9 minuti per passare dal 10% al 70% della capacità.

Questo consentirebbe di immagazzinare energia per oltre 300 km in appena 5 minuti e arrivare a 600 km in 10 minuti. A garantirne l'efficacia contribuisce una costruzione che favorisce una rapida dispersione del calore e anche un contenimento dei costi. Utilizza infatti un nuovo materiale al silicio-carbonio sviluppato "in casa" e metodiche di produzione (non ancora definita nei tempi) che hanno come obiettivo un taglio dei costi fino al 50%.

Progressi nello stato solido

La terza e ultima novità tra quelle annunciate alla conferenza riguarda la tecnologia dell'elettrolita solido, per cui Gotion ha reso noti i progressi in termini di sicurezza e densità energetica.

Il suo modello di batteria allo stato solido, chiamato Gemstone, raggiungerebbe una densità energetica di 350 Wh/kg, ovvero un buon 40% in più rispetto alle batterie NCM che arrivano a 240 Wh/kg. Gotion fa sapere che sul piano della sicurezza sono stati effettuati con successo test a 200°, molto superiori ai requisiti standard dell'industria cinese che fissano il limite a 130°.

Fotogallery: Come cambia l'architettura interna delle batterie