Le ibride dei Quattro Anelli possono usufruire di diverse agevolazioni, sia fiscali, sia di mobilità. Ecco quali

Acquistare un'auto ibrida non significa soltanto scegliere di cambiare il proprio modo di approcciarsi agli spostamenti di tutti i giorni. La mobilità elettrificata, infatti, porta con se un gran numero di benefici, tanto in termini di mobilità, appunto, quanto in termini di fiscalità. Sotto questo punto di vista, quindi, la gamma ibrida plug-in di Audi può contare su una serie importante di incentivi e agevolazioni che non solo rendono le trasferte quotidiane più agevoli, ma permettono anche di contenere notevolmente (se non eliminare del tutto) molte delle voci di spesa tipiche di un'auto ad alimentazione tradizionale.

Si viaggia ovunque

Cominciamo parlando dei vantaggi legati alla mobilità. Per chi si muove in città, il principale beneficio è rappresentato dalla possibilità di entrare liberamente all'interno delle ZTL. In una città come Milano, giusto per fare un esempio specifico, tutti i modelli plug-in hybrid di Audi hanno libero accesso non solo all'Area B, ma anche all'Area C. Si tratta di un risparmio – in un lasso di tempo di 5 anni - di circa 2.000 euro per chi è residente all'interno dell'Area C e di circa 6.000 euro per chi invece vive all'esterno di questa zona. A ciò, si somma la tranquillità di non dover rispettare alcun blocco del traffico, altro elemento da non trascurare vista la frequenza con la quale negli ultimi anni si susseguono iniziative del genere.

I vantaggi delle plug-in di Audi

Le tasse non fanno paura

Molti i vantaggi anche dal punto di vista fiscale per i modelli plug-in hybrid di Audi. Su tutti, il risparmio sulla tassa di possesso. La politica di applicazione del bollo auto varia da regione a regione. Ad ogni modo, sempre prendendo a riferimento la regione Lombardia, qui le Audi “alla spina” godono di un'esenzione totale per i primi tre anni dalla data di immatricolazione. Oltre questo lasso temporale, il pagamento del bollo resta comunque soggetto a uno sconto del 50%.

I vantaggi delle plug-in di Audi

Si va meno dal distributore

A proposito di motore, quando si tratta di modelli ibridi plug-in come quelli proposti dalla Casa dei Quattro Anelli, è importante sottolineare anche il notevole risparmio in termini di carburante che questi possono garantire, a patto che si sfruttino al massimo le potenzialità del sistema e quindi ricaricando ogni volta che è possibile la batteria, per fare in modo che questa possa effettivamente lavorare in supporto, o in totale sostituzione, del motore termico. Ecco, se usato in questo modo, nell'arco di cinque anni un modello come la nuova Q5 55 TFSI e quattro S tronic permette di abbattere i costi di rifornimento di 7.300 euro rispetto alla Q5 40 TDI quattro S tronic.

Con l'ecobonus si risparmia

A proposito della Q5 TFSI e, questa gode anche di interessanti agevolazioni in fase di acquisto. Con un prezzo IVA esclusa inferiore ai 50.000 euro, infatti, il SUV plug-in di Audi accede alle scontistiche legate all'ecobonus. Nello specifico, rientrando nella fascia di emissioni di CO2 che va da 21 e 70 g/km, permette di accedere a un incentivo di 1.500 euro, che sale a 2.500 euro in caso di rottamazione.

I vantaggi delle plug-in di Audi

Ad ognuno la sua

Ma quali sono i modelli ibridi plug-in che oggi rappresentano l'offerta Audi? Si parte proprio con la Q5 TFSI e, disponibile in due varianti di potenza: 367 CV o 299CV, entrambe abbinate a batteria da 14,1 kWh che assicura oltre 40 km di autonomia. Per chi cerca una berlina con linee da coupé c'è la A7 Sportback TFSI . In questo caso il powertrain è lo stesso della Q5, con i due medesimi livelli di potenza e la stessa autonomia di oltre 40 km. Il massimo dell'eleganza è invece rappresentato dalla A8 L TFSI e. Qui la componente endotermica non è costituita dal 2 litri a quattro cilindri, ma dal più potente 3.0 V6, per una potenza di sistema di 449 CV. La batteria, invece, è sempre da 14,1 kWh e permette di superare i 40 km in modalità completamente elettrica. In ultimo c'è il Q7 TFSI e, che come la A8 sfrutta il 3 litri V6 abbinato a un motore elettrico, questa volta con una potenza totale di 456 CV. Identici, invece, i dati su batteria e autonomia.

Contenuto sponsorizzato

Fotogallery: I vantaggi delle plug-in di Audi