Con la Dodge Charger Daytona Stellantis, di cui il brand statunitense fa parte, ha fatto debuttare ufficialmente la piattaforma STLA Large, destinata a servire i modelli più grandi del Gruppo. Una meccanica modulare e multi energia, capace quindi di ospitare sia powertrain elettrici - come nel caso della muscle car di Dodge - sia unità puramente termiche o elettrificate.

Una libertà di scelta che permette di scegliere il motore giusto al momento giusto. Naturalmente qui non vogliamo concentrarci sulle versioni termiche con l'Hurricane biturbo di 3,0 litri sotto il cofano, ma su quelle completamente "alla spina". 

Piattaforma e dimensioni

Come detto la Dodge Charger Daytona è basata sulla STLA Large, destinata a fare da base anche alle nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio e Maserati Quattroporte. Meccanica con batterie sistemate nel pavimento, così da non rubare spazio in abitacolo e nel bagagliaio, studiata per modelli con lunghezza compresa tra 4,76 e 5,12 metri e passo tra 2,87 e 3 metri.

Dodge Charger Daytona 2024

Dodge Charger Daytona 2024

Numeri che la Dodge Charger Daytona supera, essendo lunga 5,24 metri, più di una Mercedes EQS giusto per fare un paragone.

  • Lunghezza: 5,24 metri
  • Larghezza: 2,02 metri
  • Altezza: 1,49 metri
  • Passo: 3,07 metri
  • Peso: 2.648 kg
Dodge Charger Daytona 2024

Dodge Charger Daytona 2024, la piattaforma

Spazio a bordo

Trattandosi di una coupé - anzi, di una muscle car - la Dodge Charger Daytona non è certo pensata per essere un'auto da famiglia, con un focus particolare sui posti posteriori o sulla capacità di carico. Ma lo spazio non manca. Basta leggere la capacità minima del bagagliaio: 644 litri.

Certo, con una lunghezza totale del genere è forse il minimo che ci si potrebbe aspettare, ma bisogna anche considerare le proporzioni tipiche da muscle (leggasi: cofano esageratamente lungo e lunotto decisamente allungato) non è per nulla male. Abbattendo gli schienali posteriori si arriva poi a 1.059 litri. Merito come detto delle batterie sistemate interamente sotto il pavimento. 

Sotto il cofano anteriore è presente poi un comodo frunk da 42 litri, per riporre il cavo di ricarica o altri oggetti di piccole dimensioni.

  • Bagagliaio: 644 litri
  • Frunk: 42 litri
Dodge Charger Daytona 2024

Dodge Charger Daytona 2024

Software

L'infotainment da 12,3 pollici è animato dal software UConnect 5, sviluppato da Stellantis, che integra la compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay - anche wireless - e le funzionalità di Alexa, l'assistente vocale di Amazon.

Di serie è prevista la nuova funzione Navigator Charging Location, navigazione satellitare che tiene conto dell'autonomia delle batterie e delle soste per la ricarica, individuando le stazioni di ricarica lungo il percorso. Sono presenti naturalmente anche varie schermate per visualizzare in tempo reale come lavora il powertrain tra flusso di energia, prestazioni e molto altro.

Il sistema è connesso alla rete, ma non sappiamo ancora se gli aggiornamenti OTA sono disponibili unicamente per l'infotelematica o anche per il powertrain.

Dodge Charger Daytona 2024

Dodge Charger Daytona 2024

Batteria e autonomia

La Dodge Charger Daytona, in entrambe le versioni R/T e Scat Pack è dotata di una batteria da 94 kWh, che gli permette di avere un'autonomia nel ciclo americano EPA rispettivamente di 510 km e 418 km. Dati non particolarmente esaltanti, visti anche i numeri della batterie, ma per stessa ammissione della Casa il focus non è stato sul dotare la muscle car di una percorrenza particolarmente alta. "I proprietari di muscle car non si preoccupano di risparmiare carburante" ha commentato Tim Kuniskis, numero uno di Dodge. 

Sulla meno potente R/T i motori elettrici installati sono due (uno sull'asse anteriore e uno sul posteriore) ed erogano complessivamente 503 CV e 548 Nm di coppia, numeri che permettono alla muscle car americana un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi e una velocità massima di 220 km/h.

Sulla più potente Scat Pack, invece, la cavalleria disponibile sale fino a quota 680 CV e 850 Nm di coppia, valori che in questo caso permettono alla berlina americana un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,3 secondi e una velocità massima di 216 km/h.

Tornando a parlare del pacco batterie, si tratta di un accumulatore a struttura prismatica che, almeno sulla carta, promette delle buone prestazioni termiche grazie all'involucro rigido, che tra le tante cose consente di ridurre le temperature durante la guida più sportiva. La chimica è al nichel cobalto e alluminio.

Tabella

  Dodge Charger Daytona R/T Dodge Charger Daytona Scat Pack
Batteria 94 kWh 94 kWh
Autonomia 510 km 418 km
Ricarica 11 kW (AC), 183 kW (DC) 11 kW (AC), 183 kW (DC)
Potenza max 503 CV 680 CV
Coppia max 548 Nm 850 Nm

Ricarica

Su questo primo esempio di auto basata su STLA Large il Gruppo Stellantis ha optato per un'architettura della batteria a 400 Volt. Sappiamo però come la piattaforma possa ospitare anche sistemi a 800 Volt (previsti sulle prossime Alfa Romeo Giulia e Stelvio). La potenza di ricarica, invece, è di 11 kW in corrente alternata (AC) e fino a 183 kW in corrente continua (DC), un valore che le permette di passare dal 5 all'80% in circa 32 minuti. Entrambe le versioni sono già compatibili con il caricatore rapido CCS di Livello 3.

Dodge Charger Daytona 2024

Dodge Charger Daytona 2024

Prezzo

La produzione della Charger Daytona a due porte inizierà a metà del 2024, mentre per la versione a quattro porte si dovrà attendere l'inizio del 2025. ll prezzo non è ancora stato annunciato ma secondo anticipazioni negli USA dovrebbe partire da circa 50.000 dollari 60.000 per la Scat Pack. Listini destinati a salire in caso di sbarco in Europa. Successivamente arriveranno anche le versioni con motore termico, un 3.0 biturbo a 6 cilindri da 420 o 550 CV, sicuramente più economiche.

Fotogallery: 2024 Dodge Charger Daytona