La Dacia Spring si rinnova, cercando di spiazzare il mercato e affermarsi come alternativa sempre più allettante nel mondo della mobilità elettrica. È arrivata nel 2021 come l’auto a batteria più economica e, adesso, si conferma tale con l’aggiornamento 2024, che la migliora in termini di look, dotazione e qualità generale, abbassando ulteriormente il prezzo di partenza.

Ordinabile da inizio aprile, la vettura ha un prezzo di partenza di 17.900 euro. Ma scopriamo di più.

Piattaforma e dimensioni

L’origine della Dacia Spring è nota agli appassionati. L’elettrica low cost del brand rumeno nasce sulla base della Renault City K-ZE, analoga crossover compatta che il gruppo francese costruisce e vende in Cina dal 2019. L’auto, per rispettare le normative europee, è stata ritoccata in vari aspetti, ma ricalca ancora quel modello, nella sostanza.

La Dacia Spring si inserisce a pieno titolo nella categoria delle vetture da città. Lo fa con una lunghezza di 3,73 metri, una larghezza di 1,77 metri e un’altezza di 1,52 metri. Ha, inoltre, un passo di 2,42 metri.

  • Lunghezza: 3,73 metri
  • Larghezza: 1,776 metri
  • Altezza: 1,52 metri
  • Passo: 2,42 metri
  • Peso: 984 kg
Dacia Primavera (2024)

La nuova Dacia Spring può avere anche il vano di carico anteriore

La versione presentata, che fa un bel salto in avanti per qualità e usabilità, guadagna parecchio a livello di bagagliaio, adottando un nuovo rivestimento sotto il baule che permette di abbassare il piano di carico e di portare il volume da 290 a 308 litri (che diventano 1.008 abbattendo la seconda fila di sedili): un valore di tutto rispetto per un’auto con queste dimensioni. Da notare che, soprattutto per un’auto elettrica, la Dacia Spring può contare su un peso piuma di soli 984 kg.

Spazio a bordo

In linea generale, la Dacia Spring offre una discreta abitabilità, ma è omologata solo per quattro persone. Con il model year 2024 si apprezzano i vari portaoggetti, ricavati in più zone dell’abitacolo, e l’introduzione del sistema YouClip, presente anche sulla Duster 2024, che presenta piccoli ganci dove appendere borse o altri oggetti.

Dacia Primavera (2024)

L'abitacolo rinnovato della nuova Dacia Spring

Soprattutto, la nuova Spring introduce una vaschetta sotto il cofano anteriore. È optional, ma consente di ricavare un utilissimo spazio extra in quello che gli americani chiamano frunk, dove possono essere riposti i cavi per la ricarica. Si tratta di un accessorio davvero utile per questioni sia di carico (si tiene il bagagliaio posteriore sempre sgombro), sia di pulizia (non è raro che i cavi, soprattutto se usati per ricaricarsi a una colonnina pubblica, possano sporcarsi o bagnarsi).

  • Bagagliaio: 308-1.008 litri
  • Frunk: 25 litri circa (valore non dichiarato ufficialmente)

Software

La nuova Dacia Spring introduce anche un nuovo schermo centrale con tecnologia touch da 7”. Negli allestimenti più ricchi si può sfruttare un display più grande, con diagonale da 10”. Accoglie un sistema di infotainment aggiornato.

Al passo coi tempi in termini di connettività e funzionalità (con tanto di compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto), non però è dotato di aggiornamenti in remoto e non può essere quindi aggiornato, se non recandosi in un centro assistenza.

Batteria e autonomia

Sul fronte dei motori la nuova Dacia Spring non introduce novità di rilievo. La gamma 2024 si compone di una versione da 45 CV, disponibile in allestimento Essential o Expression, e si arricchisce della variante top di gamma Extreme, che ha motore potenziato a 65 CV. Le prime due scattano da 0 a 100 km/h in 20”, mentre la terza impiega 14”.

Dacia Primavera (2024)

Nulla cambia neanche a livello di batteria. La crossover compatta del brand rumeno dispone ancora di un accumulatore da 26,8 kWh, che garantisce un’autonomia di circa 225 km con un pieno di energia. Ci si attendeva un valore leggermente migliore, visto che l’auto è più curata dal punto di vista aerodinamico e introduce la frenata rigenerativa. I valori ufficiali WLTP non sono stati comunque resi noti.

  Dacia Spring 2024
Batteria 26,8 kWh
Trazione anteriore
Potenza max 45 CV (65 CV versione Extreme)
Coppia max 125 Nm
0-100 20" (14" versione Exterme)
Velocità max 125 km/h
Autonomia (WLTP) n.d.
Consumo medio (WLTP) n.d.

Ricarica

La Dacia Spring, anche nella sua versione più recente, continua ad avere di serie un caricabatterie in corrente alternata da 7 kW. Consente di passare dal 20% al 100% in circa 11 ore, se ci si attacca a una normale presa di corrente, e di immagazzinare la stessa quantità di energia in 4 ore circa se si sfrutta una wallbox da 7 kW.

In opzione si può acquistare un caricabatterie da 30 kW, che consente di ridurre drasticamente i tempi di sosta alla colonnina. In questo caso, infatti, bastano 45 minuti per passare dal 20% all’80%. Interessante la possibilità di sfruttare la ricarica bidirezionale e fornire energia a dispositivi esterni utilizzando un semplice adattatore.

Dacia Primavera (2024)

Prezzi

Sebbene sottoposta a un profondo facelift, la nuova Dacia Spring abbassa il prezzo di partenza a 17.900 euro, contro i 21.450 euro del modello precedente: cifra che la conferma come l’auto elettrica più economica in vendita.

Considerando poi gli incentivi auto 2024, che porteranno a uno sconto massimo di 13.500 euro, la nuova Dacia Spring potrebbe venire via veramente a un prezzo interessante.

Fotogallery: Dacia Spring (2024)