Avreste mai detto che una Rossa sarebbe potuta andare come una normale auto elettrica a trazione anteriore?

La Ferrari SF90 Stradale passerà alla storia. È la prima vettura di serie della Casa di Maranello con powertrain ibrido plug-in, ha quattro ruote motrici, la possibilità di percorrere una ventina di km a zero emissioni, 1.000 cavalli e prestazioni da Formula 1. Può viaggiare anche in modalità completamente elettrica e, udite udite, addirittura a trazione anteriore.

I puristi potrebbero storcere il naso davanti a certe caratteristiche. Ma a pensarci bene, di fronte a questa SF90 Stradale c'è solo da restare incantati. Con l'aiuto di un video vi spieghiamo come funziona questa PHEV targata Maranello. Quattro sono le modalità disponibili e le si seleziona attraverso l'eManettino presente sulla parte sinistra del volante (in realtà sono quattro pulsanti).

Video Presents Driving Modes Of The Ferrari SF90 Stradale

La modalità elettrica

Novità assoluta per un'auto del Cavallino, questa modalità è chiamata Ferrari eD. Inserendola, permette alla SF90 Stradale di muoversi con la sola trazione anteriore, trasmessa alle ruote dai due motori elettrici presenti all'avantreno. L’autonomia è di 25 km, assicurati dal pacco di batterie da 7,9 kWh (per capire come si misura la capacità delle batterie leggi qui). Durante la frenata i due motori anteriori ricaricano la batteria.

La modalità ibrida

Spostando l'eManettino su H si attiva la modalità HYBRID. Così la SF90 Stradale diventa un’ibrida vera e propria e mantiene un andamento il più possibile efficiente, garantendo anche prestazioni incredibili, se consideriamo che oltre ai motori elettrici si può sfruttare tutta la potenza del 4.0 V8 biturbo, in grado di erogare 780 CV (574 kW). In modalità HYBRID l'auto sfrutta tutti i vantaggi della trazione integrale

Video Presents Driving Modes Of The Ferrari SF90 Stradale

Come tradizione, Ferrari non dichiara i consumi delle proprie vetture perché chi compra una Ferrari di solito non guarda quanto sovente deve fermarsi dal benzinaio. Lo stesso deve valere per questa ibrida, talmente diversa dal resto delle auto realizzate negli oltre 70 anni di vita del marchio che viene da chiedersi cosa direbbe il Drake se venisse a sapere che sotto il cofano di un'auto che porta il suo marchio si nascondono anche dei motori elettrici.

Video Presents Driving Modes Of The Ferrari SF90 Stradale

La modalità Performance e Qualify

Se ci si sposta ancora sull'eManettino si incontrano le modalità Performance e Qualify. E qui le cose si fanno serie: il motore a scoppio resta sempre acceso e i tre motori elettrici (perché oltre ai due anteriori ce n'è anche uno dietro, posto tra il V8 e il cambio) lavorano costantemente per dare il massimo delle prestazioni possibili. 

Video Presents Driving Modes Of The Ferrari SF90 Stradale

L'unica differenza tra Performance e Qualify sta nel fatto che con la prima il V8 si sfrutta anche per ricaricare la batteria e garantire le più elevate prestazioni per lungo tempo mentre Qualify  esprime il massimo potenziale per brevi periodi, senza tener conto dello stato di carica della batteria. In questa modalità la SF90 Stradale tocca l'incredibile potenza di 1.000 CV (735 kW).

'

 

Fotogallery: Video Presents Driving Modes Of The Ferrari SF90 Stradale