Il futuro delle consegne in città passa per un quadriciclo a pedalata assistita

In un mondo in rapida evoluzione per la ricerca di soluzioni nuove a favore della mobilità sostenibile, oggi viene svelata un’interessante novità per il mondo delle consegne nelle città. Si tratta di un furgoncino a pedalata assistita che è stato presentato dalla società britannica EAV (Electric Assisted Vehicles Limited) all'Oxford EV Summit.

Rivoluzionare il mondo delle consegne in città

L’idea alla base del nuovo veicolo della EAV è ambiziosa, creare un furgoncino a pedalata assistita per le consegne in città, con l’addetto protetto in una sorta di abitacolo. Proprio la volontà di realizzare un abitacolo è il punto fondamentale intorno al quale ruota l'intera progettazione del veicolo: i responsabili dell’azienda affermano che sarebbe piuttosto difficile convincere gli addetti alle consegne ad abbandonare il comfort e il senso di protezione di una cabina per essere esposti alle intemperie e al traffico come si è con una normale bicicletta elettrica. In fondo anche Toyota ha avviato la propria rivoluzione elettrica partendo dai veicoli commerciali.

eCargo bike launches at Oxford EV Summit

Trasportare 120 kg a 16 miglia all’ora

Le caratteristiche del van messo a punto da EAV sono interessanti: il mezzo sarà in grado di trasportare ben 120 kg di carico a una velocità massima di 16 miglia orarie (poco più di 25 km/h). Il grado di assistenza alla pedalata sarà regolabile dal conducente. Altro fattore interessante è l’adozione del telaio denominato Cloudframe, una soluzione brevettata che permette grande modularità nell’allestimento del mezzo che potrà essere adattato alle più svariate esigenze.

Secondo i responsabili di EAV la velocità del mezzo non sarà un limite, anzi è paragonabile con le velocità che si registrano attualmente nei centri cittadini; inoltre sarà un’ulteriore modo per garantire un’aria più pulita e mitigare gli effetti sull’ambiente delle consegne.