L’estrazione delle principali materie prime è concentrata in pochi stati, dall’Australia al Congo, passando per la Cina

Il litio, come si intuisce dal nome, è l’elemento chiave delle odierne batterie per auto elettriche e ibride. Che non per niente vengono universalmente indicate come batterie agli ioni di litio. Ebbene, uno studio del dipartimento americano dell’Efficienza energetica e delle Energie rinnovabili ha rivelato che il 91% di questo metallo proviene da soli tre paesi: Australia (44%), Cile (34%) e Argentina (13%). Questo, almeno stando al panorama mondiale del 2017. 

Una situazione in evoluzione

Questa situazione di disequilibrio non nasce per la scarsità del metallo, che è diffuso in ingenti quantità in molte zone della terra, ma per il fatto che in quegli stati sono presenti infrastrutture tali che ne facilitano le operazioni di estrazione e di trasporto. 

Si pensa infatti che investendo nel comparto, l’estrazione di litio possa essere possibile anche altrove. Inoltre, già da tempo si sta lavorando molto per incrementare il riciclo delle batterie, anche per recuperare i metalli preziosi con cui sono realizzate.

 

Gli altri “oligopoli”

Guardando gli altri elementi adottati nella produzione di batterie agli ioni di litio la situazione è simile. Il 59% del cobalto, ad esempio, arriva dal Congo, anche se le molte industrie del settore stanno rapidamente guardando altrove per ovviare agli enormi problemi legati ad aspetti ambientali e umanitari. Il 67% della grafite, invece, arriva dalla Cina, vero e proprio leader in più di un aspetto legato alla mobilità elettrica. Altri elementi, invece, come il nickel e il manganese, sono distribuiti in maniera più equa.

 

Material Total Tons
Produced
Country Share of
Production
Lithium 43,000 Australia 44%
    Chile 34%
    Argentina 13%
    Rest of World 9%
       
Cobalt 110,000 Democratic Republic of Congo 59%
    Russia 5%
    Australia 5%
    Rest of World 31%
       
Nickel 2.1 million Philippines 11%
    Canada 10%
    Russia 9%
    Australia 9%
    Rest of the World 61%
       
Manganese 16 million South Africa 33%
    China 16%
    Australia 14%
    Rest of the World 37%
       
Natural graphite 1.2 million China 67%
    India 13%
    Brazil 8%
    Rest of the World 12%