Al debutto una versione PHEV da 204 CV che riprende lo schema della Volkswagen Golf 8

La Skoda Octavia ha una storia che dura più da più di mezzo secolo. Nel tempo si è declinata in numerose varianti, dalle sportive RS alle “suvvizzate” Scout. Oggi, con la nuova generazione, la famosa berlina della Casa ceca si lancia nel campo dell'elettrificazione. Lo fa sfruttando in pieno il know-how maturato dal gruppo Volkswagen e accoglie sotto il cofano (e sotto il pianale) la tecnologia alla spina che è stata recentemente presentata sulla Golf 8 e che – restando in tema Skoda – è disponibile anche sull'ammiraglia Superb.

Un 1.4 TSI con la spinta elettrica

La Skoda Octavia iV (questa la sigla che identifica la PHEV) è disponibile sia nella variante a tre volumi sia con carrozzeria station wagon. Monta il 1.4 TSI da 156 CV e, ad esso, abbina un'unità elettrica da 75 kW (102 CV) che permette di erogare una potenza complessiva di sistema pari a 204 CV e di raggiungere una coppia massima di 350 Nm. L'auto alimenta la parte elettrica del powertrain con batterie agli ioni di litio da 13 kWh poste sotto il bagagliaio, che per questo motivo riduce un pochino la capienza, passando da 600 a 450 litri sulla berlina e da 640 a 490 sulla station.

Fotogallery: Skoda Octavia (2020)

55 km a emissioni zero

La Skoda Octavia iV, che di serie monta il cambio DSG a 6 marce con comando shift-by-wire, che gestisce il passaggio da un rapporto all'altro in modo del tutto elettronico. L'auto raggiunge una velocità massima di 220 km/h e scatta da 0 a 100 in 7”9 e, con la batteria completamente carica, riesce a percorrere fino a 55 km in modalità esclusivamente elettrica.

Skoda Octavia

C'è anche la “mild”

A fianco della versione plug-in iV, la Skoda Octavia si presenta a listino anche con una variante mild hybrid che adotta un powertrain supportato da una batteria a 48 Volt. Questa batteria, che svolge la funzione di boost in accelerazione, permette anche di viaggiare per alcuni tratti in modalità veleggiamento: a velocità costante e senza l'ausilio del motore termico. La Octavia eTEC (questo il nome che la identifica) è disponibile in due motorizzazioni: 1.0 TSI da 115 CV o 1.5 TSI da 150 CV. Sia il più piccolo tre cilindri sia il “quattro” sono abbinati di serie al cambio a doppia frizione DSG a 7 marce.

Skoda Octavia

Iniezione di tecnologia

Powertrain ibridi a parte, la nuova Skoda Octavia compie un bel passo in avanti in termini di design e di tecnologia. Per quanto riguarda il primo aspetto, esteticamente l'auto resta fedele alla tradizione, ma propone un frontale dallo stile più ricercato e una maggiore cura dei dettagli. Cresciuta di un paio di centimetri (sia la tre volumi sia la famigliare), ha nell'abitabilità uno dei maggiori punti di forza. Ma introduce adesso la soluzione del doppio schermo anteriore per strumentazione e infotainment e, riguardo a quest'ultimo aspetto, un sistema multimediale di ultima generazione che innalza di molto la qualità percepita.