La Casa continua a puntare sull’elettrificazione della gamma e prolunga i contratti di fornitura con CATL e Samsung SDI fino al 2031

L’elettrificazione della gamma sta diventando la principale voce di investimento per la maggior parte delle Case automobilistiche. Se circa una settimana fa Volkswagen ha annunciato un piano da circa 30 miliardi di euro solo per l'auto elettrica, ora è Bmw ad annunciare di aver aggiornato a 7,3 miliardi di euro l’accordo di fornitura già presente con la cinese CATL e di aver stipulato un contratto con la coreana Samsung SDI da 2,9 miliardi di euro (dal 2021 al 2031) per un totale di oltre 10 miliardi di euro investiti nella fornitura di batterie.

Nuovo stabilimento a Erfurt

Il contratto tra la Casa dell’Elica e CATL era stato annunciato già a metà 2018 quando Bmw ha investito 4 miliardi di euro. Oggi si passa a 7,3 miliardi di euro che verranno suddivisi in 4,5 miliardi utilizzati per la fornitura delle batterie e 2,8 miliardi per la produzione della joint venture Bmw Brilliance Automotive Ltd. a Shenyang in Cina.

Inoltre, l’azienda cinese sta costruendo il suo primo stabilimento per la produzione di batterie a Erfurt, in Germania. Le batterie vengono assemblate e impacchettate in 4 stabilimenti tra cui: Dingolfing in Germania, Spartanburg in USA, Shenyang in Cina e in Thailandia.

Batterie, grazie a Bosch durano di più

Il controllo delle materie prime

Oltre al primo contratto, la Casa tedesca ha stipulato un accordo decennale fino al 2031 con il suo secondo fornitore di batterie, Samsung SDI, per un totale di 2,9 miliardi di euro. In tutti e due i casi, il costruttore di Monaco di Baviera si occuperà dell’approvvigionamento delle materie prime, utilizzate da CATL e Samsung SDI per la produzione delle batterie in modo da poter garantire la provenienza e rispettare le restringenti normative sull’impatto ambientale e sui diritti dei lavoratori. Il litio e il cobalto verranno comprati direttamente dalle miniere in Australia e Marocco.

Northvolt

Le strategie future

L’investimento di Bmw nella fornitura di batterie agli ioni di litio va ad aggiungersi ad una strategia precisa della Casa tedesca che ha l’obiettivo di mettere a listino almeno 25 modelli elettrificati, di cui il 50% completamente elettrici, entro il 2023.

A questo si aggiungono altre iniziative come il nuovo centro R&D di Monaco e la formazione del consorzio con Northvolt, azienda svedese produttrice di batterie, e con Umicore, società belga impegnata nello sviluppo di materiali utilizzati negli accumulatori. L'obiettivo? Sviluppare batterie a basso impatto ambientale non solo nella produzione ma anche nella fase di riciclo e riutilizzo a fine ciclo vita della batteria.