La Casa cinese ha presentato una quattro posti con Cx pari 0,146 e sistema di guida autonoma di Livello 5

Al Salone Internazionale di Guangzhou la cinese GAC ha presentato un'auto destinata a fare scuola. Si chiama Eno.146 e ha un Cx pari a 0,146 (come si intuisce dal nome). Nessuna auto di produzione è mai riuscita a fare meglio. Non solo, perché neanche la Volkswagen XL1 si era avvicinata a questo valore, con un coefficiente di penetrazione di 0,189. In realtà, ci fu una Ford Probe V, nel 1985, che riusciva ad arrivare a un Cx di 0,137, ma come per la XL1 si trattava di vetture prodotte in piccola scala, per quanto autorizzate alla circolazione.

Un design particolarmente curato

Tornando alla GAC Eno.146, l'auto ha forme molto affusolate, con il cofano anteriore corto e inclinato che si raccorda al parabrezza con un angolo molto dolce. Il tetto, ad arco, si allunga fino alla coda a goccia. L'auto presenta anche fiancate lisce e ampie ruote. Interessante la soluzione delle due enormi porte incernierate al tetto, che danno accesso ad un abitacolo con quattro sedili singoli. Al centro, tra le due file, si trova un seggiolino per bambini posizionato in senso contrario alla marcia. 

GAC Eno.146

Aerodinamica ma anche green

L'auto, aerodinamica a parte, è dotata di powertrain elettrico e di dispositivi di guida autonoma di Livello 5. La GAC Eno.146, infatti, è in grado di muoversi senza alcun intervento da parte del conducente. Da notare inoltre che l'auto è realizzata in gran parte con materiali riciclati. Questo vale per gli interni e anche per la carrozzeria, in materiale composito.

Come intuibile, al momento la vettura non sarà prodotta in serie, ma rappresenterà una sorta di laboratorio che darà ispirazione ai prossimi modelli stradali della Casa cinese.