Nasce la j.v. ACC, si parte nel 2023 con l'impianto in Francia, poi un sito anche in Germania: obiettivo 1 milione di batterie all'anno

Con la benedizione del presidente francese, Emmanuel Macron, è ufficialmente partito un nuovo maxi-progetto europeo per la produzione di batterie. La major petrolifera Total, già attiva su più fronti per l'elettrificazione, e PSA, hanno creato infatti una nuova joint venture chiamata Automotive Cell Company (ACC), che vede coinvolti da una parte Saft, società produttrice di batterie acquistata dalla compagnia nel 2016, e dall’altra Opel.

ACC, che dal presidente francese è stata definita la "Airbus delle batterie", nasce con lo scopo di realizzare un nuovo impianto industriale per la produzione di batterie agli ioni di litio ad alte prestazioni per auto elettriche. Saranno all’avanguardia sia per efficienza energetica sia per rapidità di ricarica.

Lo stabilimento, oltre ad essere a basso impatto ambientale, adotterà processi altamente automatizzati messi a punto proprio grazie al lavoro congiunto dei centri di Ricerca e Sviluppo di Saft e di Opel e genererà circa 200 posti di lavoro altamente qualificati.

Si parte nel 2023

I lavori per il nuovo sito industriale, che sorgerà nei pressi dello stabilimento Saft di Nersac, nella Francia occidentale, inizieranno nell’estate del 2020. Si pensa che la produzione sarà avviata entro la fine del 2023. Per lanciare il sito, nella fase iniziale si dovrà sostenere un investimento di 200 milioni di euro, che permetterà di raggiungere una capacità produttiva di 8 GWh. A pieno regime, però, la fabbrica ACC arriverà a 24 GWh.

Elettriche e ibride, come cambiano le batterie

Una fabbrica anche in Germania

ACC darà poi avvio alla realizzazione di un secondo impianto, questa volta in Germania, con analoghe caratteristiche. I lavori della seconda fabbrica, che sarà realizzata a Kaiserslautern, inizieranno a breve e, dal 2024, anche lì sarà avviata la produzione. In questo modo, entro il 2030, si raggiungeranno i 48 GWh di capacità produttiva. Tradotto: un milione di batterie all’anno, pari a circa il 10-15% dell’intero fabbisogno europeo.

Tutte le tappe del progetto

 

2020

Avvio costruzione stabilimento di Nersac
2021 Avvio costruzione stabilimento di Kaiserslautern
2023 Avvio produzione batterie a Nersac (8 GWh)
2024 Avvio produzione batterie a Kaiserslautern
2030 Raggiungimento piena capacità produttiva (48 GWh)

Un progetto da 5 miliardi di euro

L’intero progetto richiederà un investimento di circa 5 miliardi di euro, ma si pensa che tra le autorità nazionali di Francia e Germania e il sostegno dell’Unione Europea, ACC dovrebbe riuscire a raccogliere circa 1,3 miliardi di euro di finanziamenti pubblici. Questo perché rientra nel programma IPCEI (Important Projects of Common European Interest) promosso dalla Commissione Europea, di cui abbiamo già parlato ampiamente in passato.