Trazione integrale e prestazioni: il crossover potrebbe essere il primo modello con il nuovo logo per le elettriche sportive della Casa

Qualsiasi amante delle prestazioni su quattro ruote vede nella sigla GTI un punto di riferimento, un faro prestazionale da parte di Casa Volkswagen. Con l'avvento però della mobilità elettrica, anche il concetto di prestazione ed emozione va rapportato, declinato. Dunque, pensare di non realizzare un modello completamente elettrico con una sua versione "hot", sarebbe semplicemente uno spreco. 

Ecco perchè, quando proprio Volkswagen depositò il marchio GTX, variante EV del badge GTI, non fu una sorpresa assoluta. Il percorso sembra oramai tracciato, con una prima variante della Golf R svelata recentemente tra le nevi in Austria, all'Ice Race di Zell, dove si è ufficialmente mostrata la eR1. 

X per trazione integrale 

Continuano però le voci su quelli che saranno i primi modelli, su base MEB che vedranno anche una versione GTX, dunque con una doppia trazione - una per asse - che porterebbe quindi alla trazione integrale. Non potrebbe essere altrimenti d'altro canto, proprio per quella X presente nel Badge. La prima auto che dovrebbe ricevere questo trattamento sarà la ID.4 e la seguente ID.5 coupè. 

La ID.4, prevista per il prossimo Salone di New York, riprende in chiave di produzione quelli che sono stilemi e concetti del concept ID Crozz. Quest'ultimo dovrebbe avere 302 CV di potenza massima ed un valore di Coppia massimo di 332 Nm, con una batteria il cui stoccaggio comporta 83 kWh

Club esclusivo 

Sarà interessante dunque vedere quando si mostrerà la Volkswagen ID.4 in versione GTX. A quel punto, un confronto con la Ford Mustang Mach-E e la Tesla Model Y non sarà proibitivo, anzi. Una ristretta cerchia di Crossover ad alte prestazioni, all'interno del quale potrebbe entrare a far parte anche la Cupra in futuro, considerando la presentazione del concept Tavascan all'ultimo Salone di Francoforte. 

 

VW ID.4 Coupe Production Preview Rendering