Il progetto chiamato E.Popèe ripercorre l'impresa compiuta nel 1922. E stavolta, insieme ai cingolati, ci saranno le auto elettriche

Nell'immaginario comune, Citroen è oggi un'icona di stile, con peculiarità e particolarità legate al design. In realtà, parli del doppio Chevron e non puoi fare a meno di raccontare la sua storia pionieristica, avventurosa e precorritrice. E' proprio legato a questo animo che la Casa francese ha deciso di replicare l'impresa che riuscì a compiere 100 anni fa, quando attraversò il deserto del Sahara con lo Scarabèe d'Or ed il Croissant d'Argent.

Presentato a Parigi

Dunque appuntamento al 19 dicembre 2022 per quella che verrà chiamata come E.Popèe, un'impresa presentata al Salone Retromobile 2020 di Parigi.

Alla traversata parteciperanno dei veicoli elettrici di serie per l'assistenza, appartenenti alla gamma Citroen 2022, dunque una futura concept-car full electric e le stesse repliche degli Scarabèe d'Or e Croissant d'Argent. L'obiettivo dunque, sarà quello di ripetere il percorso sulla mappa lungo 3170 km in 21 giorni.

Il percorso da affrontare

Un percorso che si districa così: 200 km da Touggourt a Ouargala, 770 km da Ouargala a In Salah via Inifel, 800 km da In-Salah a Silet via Tamanrasset, 500 km da Siletaà Tin Zaouaten, 100 km da Tin Zaouaten a Tin Toudaten, 100 km da Tin Toudaten a Kidal, 350 km da Kidal a Bourem, 100 km da Bourem a Bamba, 250 km da Bamba a Timbuctu. Sarà interessante capire come Citroen riuscirà a impostare il percorso ed il tragitto di ogni tappa anche in relazione alle modalità ed i tempi di ricarica.

Citroen Ë.POPÉE mappa