408 CV e 660 Nm, autonomia di 469 km. Svelati ulteriori elementi di sicurezza per la protezione e lo sgancio del pacco batterie

Polestar ha annunciato il prezzo ufficiale per gli Stati Uniti della sua prima auto elettrica pura, la Polestar 2. La fastback partirà da 59.900 dollari con un obiettivo implicito: impensierire Tesla.

Difficile poter effettuare ad oggi un paragone con l'Europa, ma concettualmente trovandoci di fronte ad una rivale della Tesla Model 3, il prezzo si attesta su una fascia coerente con quella di una Long Range o una Performance.

Vendite in estate e apertura store

Ovviamente, la Polestar 2 in America beneficerà dei vari crediti d'imposta federali che somigliano, nella loro concezione, ai nostri ecobonus, dunque con il prezzo base che avrà una soglia di 59.900 dollari, il proprietario potrà beneficiare di 2.000 dollari di sconto. Le consegne per le prime prenotazioni dovrebbero attestarsi nell'estate del 2020.

Fotogallery: Polestar 2 (2019)

Polestar aprirà inoltre 15 spazi di vendita al dettaglio nel Nord America, anche se bisognerà capire declinazione e modalità visto il periodo di Coronavirus. Le prime sedi comunque dovranno svilupparsi sulla costa occidentale e - secondo la casa - a New York a fine estate 2020.

Pacco batterie da 78 kWh

La Polestar 2 avrà una potenza di 408 CV e 660 Nm di coppia, per uno 0-100 km/h in 4,7 secondi. Sarà dotata di un pacco batterie da 78 kWh e trazione integrale con un'autonomia dichiarata di 469 chilometri circa secondo ciclo WLTP.

La Polestar 2 è anche dotata di infotainment integrato con tecnologia Android, dotata di Google Maps, comandi vocali tramite Google Assistant e Google Play Store.

Capitolo sicurezza

Secondo quanto riferito dalla casa madre, la Polestar 2 avrà una custodia in alluminio per la protezione del pacco batteria per ridurre il rischio di danneggiamento. Un pacco batterie che è completamente alloggiato all'interno della struttura del pavimento della piattaforma CMA.

Inoltre, è stato messo a punto l'intero pacchetto atto a togliere e smorzare frequenze vibrazionali. In caso di incidente, il pacco batterie viene automaticamente disconnesso dal resto del veicolo.

Inoltre, la Polestar 2 sarà dotata del "blocco SPOC" (Severe Partial Offset Crash) progettato per ridurre al minimo l'intrusione della ruota o di altri elementi all'interno dell'abitacolo o verso il pacco batteria in caso di collisione frontale sia superiore - con altri veicoli - sia inferiore - con, ad esempio, un lampione.

Nuovo anche il suono, l'evoluzione del classico "cicalino" che, in molte versioni, è stato declinato anche attraverso la musica. Nel caso della Polestar 2, si è puntato ad un "suono naturale, relativamente semplice".

Tema Adas: la Polestar 2 avrà a disposizione il pilot assist fino a 130 km/h, sistema di rilevamento di altri veicoli a 360°, sistema di rilevamento dei pedoni e dei ciclisti, frenata di emergenza automatica.

A tal proposito, è stato ottimizzato un sistema di copertura del radar anteriore posto nella griglia, per il mantenimento della giusta efficienza.

Fotogallery: Polestar 2, inizia la produzione in Cina