Il messaggio contenuto in una comunicazione interna del CEO Hebert Diess: ecco com'è andata

Il CEO di Volkswagen Hebert Diess avrebbe ammesso che Tesla, ad oggi, ha un vantaggio significativo a livello di software e sui programmi inerenti la guida autonoma. A rivelarlo alcune comunicazioni interne pubblicate dal magazine tedesco Automobilwoche.

Tesla ha effettivamente aperto la strada a un nuovo approccio dell'auto, accumulando per determinati aspetti un certo vantaggio competitivo. E se ad ammetterlo è la concorrenza, il discorso acquisisce ancora più significato.

Voci interne

Un approccio ed un processo nato un po' in sordina, inizialmente allineato solo alla funzionalità "simile ad uno smartphone" ma che invece poi è divenuto elemento nevralgico del successo della Casa californiana. Lo stesso Diess, stando sempre a quanto riferito da Automobilwoche, avrebbe anche sottolineato tra le altre cose gli aspetti legati all'esperienza "da remoto" con l'auto.

Fotogallery: Volkswagen ID.3

Ma il punto cardine del ragionamento del manager sembra essere legato principalmente all'Autopilot di Tesla:

"Quel che mi preoccupa di più è la capacità dei sistemi di assistenza. 500.000 Tesla funzionano come una rete neurale che raccoglie costantemente dati ed offre al cliente una nuova esperienza di guida ogni 14 giorni. Nessun altro costruttore di automobili può farlo oggi"

Focus sul reparto software

La questione è legata alla strategia elaborata da Tesla, in cui lo sviluppo non è affidato solo a test interni o simulazioni per raccogliere dati, ma anche agli stessi clienti.

Dunque cosa fare per Volkswagen? "Semplice": riorganizzare il team di sviluppo software per recuperare terreno e, nell'immediato, superare le recenti difficoltà proprio in termini di software che tanto hanno fatto discutere gli appassionati.

Fotogallery: Tesla Model 3