La Casa ha dato priorità alla riapertura dello stabilimento dedicato alle auto elettriche di Zwickau, dove sarà prodotta anche la ID.4

Dopo la tempesta legata al Coronavirus, il mondo dell'automobile dovrà riprendere il proprio lavoro e la produzione. Sarà un momento anche strategico molto importante, perché bisognerà capire su quali realtà andare a riversare subito le energie.

Per il Gruppo Volkswagen la questione sembra piuttosto chiara: si ripartirà, non appena le maglie delle restrizioni del Coronavirus lo permetteranno, dall'impianto di Zwickau in Germania, e dall'impianto di Bratislava. In altre parole, si punterà su SUV di fascia alta e, ancor prima, sulla via dell'elettrico.

Ripartire da Zwickau

La produzione dovrebbe ripartire per il 20 aprile dallo stabilimento di Zwickau. Qui viene prodotta la Volkswagen ID.3, modello chiave e prima elettrica di nuova generazione della Casa di Wolfsburg basata sulla piattaforma MEB, che farà da vero e proprio ariete per il mondo EV, con il piano che vede già in rampa di lancio anche il SUV elettrico ID.4.

Sarà una partenza importante per Volkswagen, considerando come le consegne della ID.3 sono state garantite per la fine dell'estate, con una produzione già consolidata di oltre 30.000 unità.

Si tratta di un vero e proprio fiore all'occhiello quello di Zwickau per il gruppo, considerando come rappresenta la prima conversione completa di una fabbrica dalla produzione di auto tradizionali al full electric. Un piano ha come obiettivo la produzione a regime di 330.000 vetture l'anno.

Bilancio neutro di emissioni

Il polo di Zwickau non spicca solo per la sua totale riconversione, ma anche per il suo obiettivo di poter consegnare una vettura prodotta con un bilancio neutro dal punto di vista delle emissioni climalteranti. Per la produzione della ID.3 ciò significa in concreto ottimizzare le emissioni di CO2 nella catena di fornitura e nella fase di produzione effettiva.

Per la produzione delle celle batteria, la Volkswagen ha già concordato con i fornitori l'utilizzo di elettricità da fonti rinnovabili, e già dal 2017 a Zwickau si utilizza solo energia proveniente da centrali idroelettriche.

Sin dall'avvio di produzione della ID.3, le emissioni rimanenti, provenienti dal generatore di calore e corrente ad alta efficienza interno, vengono compensate mediante progetti di tutela del clima certificati.

Fotogallery: Volkswagen, viaggio nella e-factory di Zwickau