Prime immagini e brevetti per questo piccolo due ruote urbano, che inizialmente debutterà in India (forse) con una batteria modulare

Anche le due ruote si stanno sempre più approcciando all'elettrico. Non solo in termini di moto da pista o strada, ma e sopratutto per il commuting urbano. Suzuki in particolare sta pensando di lanciare sul mercato uno scooter elettrico che sia a basso costo, con concetti piuttosto tradizionali e che possa dunque essere alla portata di molti. E che potrebbe riprendere anche le fattezze della Vespa, stando alle prime immagini diffuse da Electrek.co.

Uno stile dunque evidentemente tradizionale che però solleva qualche dubbio considerando la propensione del design nipponico spesso vicina a linee nette e squadrate.

Pochi elementi

Telaio in traliccio di tubi, forcella telescopica standard, forcellone posteriore con doppio ammortizzatore, pacco batteria inscatolato sotto la seduta. Questi alcuni degli elementi caratterizzanti. Tra l'altro, il posizionamento del pacco batterie potrebbe mostrare una modularità dell'accumulatore molto interessante.

I brevetti raccontano di un motore posto in posizione centrale posteriore con mozzo posteriore. Non sappiamo ancora se la trasmissione sarà a cinghia o a catena. Verosimilmente dovrebbe trattarsi della prima ipotesi con le immagini che mostrano solo una protezione.

La via nipponica

E' evidente come questo scooter sia stato pensato principalmente per quei mercati che hanno già grande tradizione di mobilità urbana a due ruote come quello indiano, dove debutterà inizialmente.

Non si tratta di un progetto esclusivamente realizzato da Suzuki, ma la collaborazione ha coinvolto anche Gogoro come fornitori de batterie e Kymco. Tra l'altro, proprio in tema di batterie, Suzuki si è unita in un consorzio insieme alle altre sorelle, le Fab Four giapponesi (dunque Honda, Yamaha e Kawasaki) per standardizzare i pacchi batterie sulle due ruote elettriche nipponiche.

Fotogallery: Suzuki i brevetti dello scooter EV low Cost