Basata sulla piattaforma MEB e derivata dalla Space Vizzion andrebbe a raccogliere l'eredità della Passat con un taglio più da coupé

Il percorso elettrico di Volkswagen vede come capostipite la compatta ID.3 - con gli ordini al via dal 17 giugno - seguita a ruota da quella che sarà la versione crossover con la ID.4, la cui produzione è già partita. E' il cammino legato alla piattaforma modulare MEB, che permette dimensioni e declinazioni differenti partendo da una base comune pensata esclusivamente per l'elettrico, come predica da tempo la Casa di Wolfsburg.

A seguire gli occhi sono puntati prima sulla piccola ID.1, attesa intorno ai 20.000 euro, e poi potrebbe toccare alla ID.5, l'ammiraglia della famiglia zero emission. Una berlina elegante e sportiva, con linee non distanti da una coupé come ipotizzato in questo rendering.

Coupé o berlina?

D'altro canto, secondo fonti interne riprese dai nostri colleghi Otreoceano, la ID.5 potrebbe essere declinata sia come berlina che come coupé. Sarà evidentemente una alternativa zero emission alla Passat, con ancor più spazio a bordo.

Per ora Volkswagen non ha effettuato però ancora alcun tipo di annuncio ufficiale in merito. Quello che invece si può supporre è - evidentemente - il tipo di trazione vista la sua declinazione su base piattaforma MEB. Sarà infatti una trazione posteriore (o integrale).

Volkswagen ID.5 render

Figlia della Space Vizzion

Ipotizzando una derivazione dalla station wagon elettrica Space Vizzion, si può immaginare una capacità della batteria di 82 kWh, con una potenza massima data da due motori: uno da 205 kW ed uno da 75 kW. Durante la presentazione al Salone di Los Angeles, considerando anche la sua declinazione wagon, si mostrava con una lunghezza di 4,96 metri e un Cx di soli 0,24.

Cosa ne pensate di questa ipotesi di ID.5? Diteci la vostra nei commenti o sulla nostra pagina Facebook.

Fotogallery: Volkswagen ID. Space Vizzion mostrata a Los Angeles