Uno smanettone neozelandese ha comprato la berlina incidentata e ha iniziato a installare un rotativo Mazda. Vuole un range extender?

I molti riconoscono il suono di un motore rotativo sulla soglia dei 10.000 giri al minuto. Sicuramente è il caso di Reuben Bemrose, divenuto famoso sui social per aver montato un motore Mazda 13B su una Ferrari 456.

Adesso lo stesso Bemrose sembra aver intrapreso un progetto altrettanto controverso: mettere un motore Wankel sotto il cofano di una Tesla Model S. Ma perché?

Un rotativo sulla Model S

Bemrose torna a far parlare di sé, e del suo amore per il rotativo di origine Mazda. Questa volta come detto l'oggetto dei suoi "esperimenti" è una Tesla Model S P100D, modello fondamentale per la mobilità elettrica di cui abbiamo di recente ripercorso la storia, che potrebbe presto vedere un aggiornamento.

Dalle foto apparse sul suo profilo Instagram, e portate alla nostra attenzione dalla pagina The Vehicle Finder, si nota il motore 13B spuntare dalla parte anteriore dell'elettrica americana, sovralimentato tramite un turbo di generose dimensioni.

 

Range extender in stile Mazda?

Non sono molte le informazioni su questo (assurdo) progetto. Alcuni colleghi americani hanno provato a mettersi in contatto con Bemrose, ma senza successo per il momento. Ad oggi, tutto ciò che si sa riguardo questa Tesla è che è stata acquistata incidentata da Reuben, che dopo averla portata nel suo garage ha cominciato le modifiche.

Non è ancora chiaro, tuttavia, se l'obiettivo sia quello di realizzare una versione della Model S ibrida (e, curiosamente, non sarebbe la prima Tesla di questo tipo) o con un super range extender in stile Mazda.

O ancora, se si vuole dare vita a una (inutile?) vettura endotermica ad alte prestazioni con le fattezze di una Tesla. Staremo a vedere, quel che è certo però è che si tratta di un'idea piuttosto balzana.