Le azioni di Palo Alto sono passate da alcune centinaia di dollari, a oltre 1500 dollari. Così, dal 31 agosto si passa a "spacchettare"

Dei record di Tesla a Wall Street abbiamo detto tante volte. Le azioni della Casa di Palo Alto in pochi mesi sono passate dal valere qualche centinaio di dollari (a gennaio erano ancora meno di 500) agli attuali 1.374.

Un prezzo “impegnativo”, che ha spinto i vertici ad un’operazione di spacchettamento delle azioni. In breve, dal 31 agosto, al posto di ogni azione Tesla se ne riceveranno 5. Naturalmente senza variazioni sul capitale investito. Il che significa che il valore complessivo delle 5 azioni nuove sarà identico a quello della singola azione precedente. Il tutto in attesa dell'oramai famigerato Battery Day e del progetto Roadranner che dovrebbe aprire ulteriori nuovi scenari.

Tempo di dividendi

Con l’annuncio, il Board of Directors di Tesla ha annunciato anche il pagamento dei dividendi, che saranno distribuiti alla chiusura del mercato in data 28 agosto.

Tornando alla decisione di frazionare le azioni, la scelta è stata dettata da un motivo banale: dare la possibilità anche a piccoli investitori di acquistare quote societarie. È vero infatti che su alcune piattaforme di trading on line era già possibile entrare in possesso di frazioni di azioni (anche 0,1) ma con la divisione per 5, ed un prezzo per il singolo titolo di circa 275 dollari (almeno stando al valore attuale), si troveranno acquirenti più facilmente.

La 1.000.000esima auto di Tesla è un modello Y rosso lucido

Il mercato ha gradito

Dopo i picchi fatti registrare a luglio, mese in cui il valore di una singola azione è arrivato a sfiorare i 1.650 dollari, il rally rialzista ha subito un arresto. Ma con l’annuncio di ieri il titolo ha rimbalzato di nuovo verso l’alto arrivando a guadagnare l’8% e chiudendo la giornata con un consistente +6%.

Gli analisti continuano ad avere fiducia nell’azienda di Elon Musk, che proprio grazie ai risultati in borsa ha raggiunto la capitalizzazione record di 290 miliardi di dollari, superando anche Toyota e attestandosi come la prima Casa automobilistica per valore, e hanno ritoccato al rialzo le stime di prezzo delle azioni di fine anno passando da 1.050 a 1.500 dollari.

tesla fremont factory aerial

Aspettando il Battery Day

Gli azionisti Tesla, che fino ad oggi hanno goduto dell’enorme crescita delle azioni, si tengano pronti a nuove montagne russe, diventando in certi casi milionari o quasi proprio per aver creduto in tempi non sospetti sul progetto di Elon Musk, restino con gli occhi aperti.

Con lo spacchettamento delle azioni di fine mese il mercato potrebbe iniziare un nuovo giro sulle montagne russe, e dopo poche settimane, e più precisamente il 22 settembre, con il tanto atteso Battery Day, potrebbero vincere un paio di corse extra. Segnatevi queste date:

  • 28 agosto: pagamento dei dividendi
  • 31 agosto: inizio contrattazioni delle azioni con il nuovo valore diviso per 5
  • 22 settembre: Battery Day