Dalla startup anglo-svedese Volta Trucks arriva una soluzione a batterie e super eco-friendly per le consegne nell'ultimo miglio

Come più volte abbiamo sottolineato anche in altri siti del nostro network, il trasporto commerciale è una delle dimensioni in cui la mobilità elettrica si può esprimere al meglio soprattutto se parliamo di ambiente cittadino. Fino a questo monto l’attenzione è stata rivolta soprattutto ai van, i cosiddetti furgoni, oppure a elettrificazioni di veicoli medi e pesanti già esistenti.

La start up anglo-svedese Volta Trucks però ha fatto qualcosa in più progettando e ora presentando, anche se solo virtualmente, il suo prototipo di urban truck completamente elettrico: il Volta Zero. Si tratta di un veicolo che rientra nella classe dei medi, quindi con una massa totale di massimo 16 t, ma che si adatta perfettamente all’uso urbano e suburbano per la distribuzione delle merci.

Fotogallery: Volta Zero

Prime consegne nel 2020

Per il momento il progetto si trova in fase di sperimentazione. Volta Trucks inizierà infatti i collaudi su strada dei primi esemplari pre-serie già nella prima metà del 2021, questo grazie alla partecipazione di non meglio specificati, "importanti operatori della logistica europei", mentre le prime unità destinate ai clienti, per cui sono già stati raccolti degli ordini, saranno consegnate a partire dal 2022, quando partirà la produzione vera e propria.

Un camion da città

Il Volta Zero, di cui potete leggere più ampiamente tutti i dettagli tecnici su OmniFurgone.it,  è un camion leggero ideato a partire da un foglio bianco per essere fon dall’inzio elettrico. Alla base del progetto non c’è solo la riduzione dell’impatto ambientale del trasporto su strada, ma anche l’aumento della sicurezza.

Super sicuro

Fra le sue caratteristiche principali, infatti, oltre una trazione 100% elettrica con autonomia media di circa 200 km ci sono il sedile di guida centrale che assicura un visuale panoramica di 220°, coadiuvato da un sistema di telecamere a 360°.

La posizione del conducente è notevolmente più bassa rispetto allo standard dei camion endotermici e il cruscotto è personalizzabile attraverso touch screen che trasmettono solo le info essenziali.

Notevole anche l’utilizzo degli ADAS e per quanto riguarda l’efficienza l'operatore dispone anche di un sistema di monitoraggio delle condizioni del mezzo basato sull'intelligenza artificiale che evita o previene l'insorgere di guasti e massimizza il tempo di attività del veicolo.

Volta Zero

Un assale con motore incorporato

Il cuore della trazione eterica del Volta Zero è l’assale brevettato e-Axle sistemato al posteriore e che incorpora al suo interno il motore elettrico senza utilizzo di albero di trasmissione. Questo permette oltre a un utilizzo modulare anche di risparmiare spazio per merci e persone.

La batteria di alimentazione sarà al litio-fosfato di ferro e avrà una capacità dai 160 ai 200 kWh. Una soluzione che secondo Volta sicura maggior durata e celle più robuste, meno infiammabili e dunque più sicure.

Carrozzerie in fibra di lino

L’ultima chicca che riguarda il Volta Zero è costituita dalla carrozzeria realizzata con pannelli di lino naturale e resina biodegradabile. Alla fine della loro vita utile, le parti in composito di lino possono essere bruciate all'interno del sistema standard di gestione dei rifiuti e utilizzate per il recupero dell'energia termica. Inoltre, in caso di incidente è più sicuro perché si piega, si rimodella e infine si spezza senza generare spigoli vivi o bordi taglienti.