Dopo aver aperto l’era dell’elettrificazione con le versioni ibride 4Xe di Renegade e Wrangler, Jeep annuncia l’arrivo del powertrain ibrido plug-in anche per il suo modello più iconico, il Wrangler. Il robusto fuoristrada arriverà in questa variante con l’inizio del 2021 in contemporanea sui mercati di Europa e Nordamerica e anche in Cina, dove il marchio ha già lanciato il Suv Commander PHEV.

Nel caso di Wrangler, il gruppo propulsore è composto da un 4 cilindri turbo a iniezione diretta di benzina 2.0 accoppiato al cambio automatico TorqueFlite a 8 rapporti e abbinato a due motori-generatori elettrici (uno collegato al benzina, uno integrato nel cambio) con pacco batterie da 400 V.

Fino a 40 km in elettrico

Complessivamente, il sistema eroga una potenza di 375 CV (280 kW) e una coppia di 637 Nm di coppia. La batteria da 17 kWh promette inoltre un’autonomia nella marcia a sola propulsione elettrica di 40 km, mentre i sistemi di ricarica saranno differenti e specifici per ciascuno dei mercati su cui il modello sarà venduto. I prezzi? Per ora ancora non è stato svelato nulla.

Fotogallery: Jeep Wrangler 4xe

Il modello è stato sottoposto a qualche modifica necessaria ad alloggiare il powertrain elettrificato: la batteria si trova insieme ai dispositivi di controllo sotto i sedili posteriori, che sono stati completamente ridisegnati con un cuscino della seduta reso ribaltabile in avanti per consentire l’accesso al pack, che è protetto da un alloggiamento di alluminio con circuiti di riscaldamento e di raffreddamento dedicati.

In questo modo, Wrangler mantiene una profondità di guado di 76 cm e una capacità offroad adeguata alla sua reputazione. La gamma infatti proporrà, accanto al modello base chiamato soltanto 4xe, gli allestimenti Sahara e Rubicon, il secondo dedicato alle situazioni più “hard” e dotato, come i modelli a solo motore endotermico, di punti rinforzati Dana 44, super-riduttore 4:1, differenziali bloccabili a pulsante e disinserimento della barra antirollio anteriore

2021 Jeep Wrangler

Wrangler 4Xe in sintesi

  • Motore 2.0 Turbo a iniezione diretta
  • Gruppo motogeneratore 1 - collegato al motore benzina
  • Gruppo motogeneratore 2 - montato sulla trasmissione
  • Cambio automatico a 8 marce (ZF 8P75PH)
  • Pacco batterie agli ioni di litio (nichel-manganese-cobalto) da 96 celle, 17 kWh e 400 volt
  • Potenza max di sistema 375 CV (280 kW)
  • Coppia max di sistema 637 Nm 
2021 Jeep Wrangler

Le modalità di marcia

Hybrid: modalità predefinita, sfrutta i due motori ricorrendo però principalmente all'l’energia della batteria a bassa velocità. Quando questa arriva al livello di carica minimo attiva il benzina.

Electric: sfrutta l’energia elettrica fino a che la batteria raggiunge il livello di carica minimo o fino a che non si richiede un'accelerazione più vigorosa, poi si attiva il 2 litri.

eSave: in questa modalità è il benzina a occuparsi della trazione, salvaguardando la batteria in vista di un suo utilizzo successivo in modalità elettrica su tracciati off-road o in aree urbane a traffico limitato. Tramite il menù di bordo si può scegliere tra due funzioni secondarie, Battery Save e Battery Charge. La prima si limita a non assorbire energia dalla batteria, la seconda la ricarica utilizzando il motorgeneratore collegato al motore a benzina.