Ha aggiornamenti OTA, assistente vocale, massima personalizzazione e funzioni dedicate alla guida in elettrico

Casa che vai infotainment che trovi. Ford, da 10 anni a questa parte usa il sistema Sync, comune a tutti i modelli. Oggi proprio quel sistema si rinnova completamente: ha un processore due volte più potente, un assistente vocale evoluto, intelligenza artificiale con funzione di autoapprendimento, aggiornamenti over-the-air e tanto altro ancora.

 Viene introdotto sul mercato insieme alla Ford Mustang Mach-E, la prima elettrica di nuova concezione della Casa dell’Ovale Blu, ma si diffonderà gradualmente sul resto della gamma. a partire dalla Ford Kuga PHEV.

Configurabile in remoto

La prima caratteristica interessante del Ford Sync è che può essere completamente configurato da remoto. Una volta che si sarà collegato il proprio telefono e si sarà scaricata l’apposita app. La funzione si chiama Remote Vehicle Setup e permette di impostare numerosi parametri dell’auto in base ai propri gusti.

Fotogallery: Mustang Mach-e a bordo per le vie di Londra

Si inseriscono le destinazioni più frequenti, gli orari in cui generalmente si prende l’auto per andare in ufficio o per recuperare i figli a scuola, si impostano le preferenze sulla modalità di ricarica della batteria, il programma di guida su cui deve settarsi l’auto quando si sale a bordo, la temperatura dell’abitacolo e così via. Sono 80 i parametri su cui si può intervenire.

Poi si salva tutto sul proprio profilo e, una volta a bordo, si trova tutto esattamente come si vuole. Il telefono, inoltre, può essere usato come chiave per aprire la portiera (Phone as a key). Oltre al profilo principale, si possono caricare altri profili, in modo che ogni componente della famiglia, una volta al volante, si trovi la Mach-E che più preferisce pronta a partire.

Un touchscreen evoluto

Sulla Mach-E il Ford Sync ha come interfaccia un monitor verticale da 15”5. Tutte le funzioni del menù possono essere gestite via touch, ma oltre al classico tocco del dito su un pulsante virtuale, gli ingegneri Ford hanno messo a punto comandi speciali che rendono alcune operazioni più semplici.

Toccando lo schermo con due dita, ad esempio, si possono ruotare, ingrandire o rimpicciolire le mappe del navigatore. L'unico comando fisico presente è la manopola centrale dalla si possono regolare vari parametri, tra cui quelli del climatizzatore. Tutto per evitare che il conducente si distragga durante la guida.

2020 Ford Mustang Mach-E

C’è anche l’assistente vocale

Oltre a questo tipo di comandi, per gestire il sistema Sync si possono usare i comandi vocali. L’assistente risponde al comando “Hey Ford” e dialoga in modo naturale in 15 lingue. È dotato anche di sistema di auto apprendimento, che sfrutta le abitudini del conducente per capire che tipo di azioni compie con più frequenza e le suggerisce quando ritiene che sia utile metterle in atto.

Attraverso l’assistente vocale si può accedere anche al libretto di uso e manutenzione digitale, molto più facile da consultare grazie alle varie funzioni di ricerca.

Aggiornamenti via cloud

Il nuovo Ford Sync ha aggiornamenti over-the-air. Al momento sono dedicati al solo infotainment, ma in futuro attraverso release specifiche si potrà intervenire su ogni aspetto dell’auto. È quello che gli americani chiamano sistema “bumper to bumper” e che può migliorare anche la gestione elettronica del powertrain, aggiungere funzioni inedite, i sistemi di ausilio alla guida o lavorare sulla taratura delle sospensioni attive.

2020 Ford Mustang Mach-E

La Mach-E scarica in background le versioni dei software rilasciate senza necessità che l’auto stia ferma o spenta. Attraverso il collegamento con un cloud riceve l’aggiornamento come accade per un normale telefonino. Poi si decide quando installarlo, impiegandoci non più di 2 minuti.

La gestione della ricarica e del tragitto

Tra le funzioni presenti ci sono anche quelle dedicate alla mobilità elettrica. Attraverso il touchscreen dell’auto o il proprio smartphone, infatti, si può programmare la ricarica dell’auto, stabilire livelli da raggiungere e tempi da rispettare, per una gestione ottimale dei flussi di corrente, soprattutto quando si è attaccati alla rete domestica.

Inoltre, quando si deve affrontare un lungo viaggio, il Ford Sync aiuta a organizzare tappe per la ricarica, strade da percorrere e medie da tenere per raggiungere la destinazione finale senza preoccupazioni. Questo sistema, chiamato EV Trip Planner, ben si accoppia con la funzione Find My Vehicle, che, quando si parcheggia l’auto, è in grado di salvare la posizione Gps per evitare che si perda tempo a ritrovarla.