Pronta per il debutto Nascar, l'auto sviluppata da Ford Performance e RTR Vehicles è un pazzesco laboratorio su ruote: ecco i dati

Quando Ford ha detto che avrebbe chiamato il proprio SUV elettrico Mustang (vabbè, c’è anche un Mach-E, che però cambia poco il concetto), non sono mancati coloro che hanno storto il naso, chiedendosi cosa c'entrasse un’auto elettrica a ruote alte con una delle più famose e longeve muscle car d’America.

Altri, a dire il vero, hanno apprezzato il coraggio, vedendo in questa nuova Mustang Mach-E uno slancio verso il futuro che ha tratto spunto da un modello iconico, che più di altri incarna il DNA e lo spirito del brand (e che in questo video abbiamo potuto toccare con mano).

Fatto per dare spettacolo

Oggi arriva un concept che probabilmente mette tutti d’accordo. Si chiama Ford Mustang Mach-E 1400, elaborazione da sparo che, come si intuisce dal nome, ha la bellezza di 1.400 CV. Anzi, a dire il vero 1.419 CV.

È stato pensato principalmente per le gare di accelerazione e ci sono buone probabilità che venga dato in mano al buon Ken Block, già tester dei mostri elettrici della competizione Extreme-E, che lo metterà alla frusta in qualche pazza Gymkhana della famosa serie.

Fotogallery: Ford Mustang Mach-E 1400 (2020)

Sette motori

Per quanto fine a sé stessa, la Ford Mustang Mach-E 1400 è stata messa a punto dal reparto sportivo Ford Performance, che al progetto ha collaborato con RTR Vehicles. Frutto di circa 10.000 ore di lavoro, l’auto è alimentata da una batteria da 56,8 kWh con celle NCM (nichel, manganese e cobalto).

Le batterie alimentano la bellezza di 7 motori elettrici: 3 all’anteriore e 4 al posteriore. L’auto dispone di numerose modalità di guida che permettono di regolare ogni parametro dinamico per adattare il comportamento dell’auto per correre in circuito, lanciarsi in una drag race o esibirsi in una sfida di drifting.

Proprio la gestione dell’erogazione divisa tra i sette propulsore ha rappresentato una delle sfide più difficili da superare.

Ford Mustang Mach E 1400 (2020)

Tutte le trazioni possibili

Vero e proprio laboratorio su ruote per i tecnici Ford, la Mustang mach-E 1400 esplora diverse soluzioni in termini di gestione delle temperature e per quanto riguarda la trazione, potendo passare dall’essere a trazione anteriore, posteriore o integrale, soluzione ideale per scaricare a terra tutta la potenza a disposizione.

Per questo motivo l’auto è stata sottoposta anche a vistose modifiche aerodinamiche, con un carico sul posteriore che raggiunge i 1.000 kg quando si sfreccia alla velocità massima di 257 km/h (160 mph). Queste le principali caratteristiche tecniche:

  • Batteria: 56,8 kWh
  • Potenza max: 1.419 CV (erogati da 7 motori)
  • Velocità max: 257 km/h
 

Una sportiva vera

L’auto è dotata di freni Brembo identici a quelli che monta la Mustang GT4, la vettura da corsa spinta dal V8 5.2. Il sistema lavora in combinazione con la frenata rigenerativa e con il freno a mano idraulico che stacca l’alimentazione dei singoli motori.

Ron Heiser, ingegnere capo del programma Mustang Mach-E, ha commentato così il progetto: “Siamo arrivato al punto in cui le auto elettriche da corsa possono essere una vera alternativa alle sportive tradizionali.

E come accade sempre nel mondo delle competizioni, possiamo sfruttare le conoscenze che maturiamo sui campi di gara per i futuri modelli di serie”.

Ford Mustang Mach E 1400 (2020)

Debutto Nascar

Adesso, dopo lo spettacolare video promozionale, non resta che vedere come si comporterà in un’occasione ufficiale. L’auto, infatti, debutterà presto in una gara Nascar.

Le emozioni non mancheranno, come ha spiegato anche Vaughn Gittin Jr., pilota professionista e fondatore della RTR Vehicles: “Quando ho guidato la Ford Mustang Mach-E 1400 per la prima volta sono rimasto a bocca aperta".

"Non avevo mai intuito veramente quale fosse il potenziale di un’auto elettrica", conclude, "poi ho schiacciato l’acceleratore e mi sono sentito come un bambino al primo giro sulle montagne russe”.