Il controverso pick-up americano sarà dotato di un sistema in grado di alimentare delle piccole case mobili (e potrà trainarle)

Il Tesla Cybertruck, come tutti i pick-up in commercio, è il veicolo ideale per il lavoro come per il tempo libero. Da oggi però il Cybertruck promette di essere ancora più votato ai viaggi e alle attività ricreative. Perché, come conferma Elon Musk, può alimentare una roulotte o un qualsiasi altro rimorchio.

E se fin da subito dopo la presentazioni sono state tante le aziende che hanno proposto tende montabili e altri kit per dormire dentro o sul Cybertruck (la stessa Tesla mostrò un gadget da montare al cassone), adesso la questione si sposta su un altro livello.

Traino da record

In effetti, Elon Musk disse che il suo pick-up avrebbe avuto 800 km di autonomia e una capacità di traino di oltre 6.300 kg. Questo significa che potrebbe trasportare rimorchi anche di grosse dimensioni. Da roulotte di ogni foggia fino a vere e proprie case su ruote.

 

E il bello è che potrebbe fornire anche l’energia necessaria per alimentarle. A questo aggiungete la possibilità di montare pannelli solari e accumulatori e il gioco è fatto. Almeno secondo Musk.

Carica bidirezionale

Ora, a parte il fatto di aver scatenato la fantasia degli appassionati di campeggio e di vita immersa nella natura, c’è una notizia che forse è ancor più interessante. Il Cybertruck sarà il primo veicolo Tesla ad avere la possibilità di fornire alimentazione all’esterno. Un sistema di ricarica bidirezionale che permetterà quindi di fornire corrente elettrica a un dispositivo elettronico, una roulotte o, al limite, anche a un’altra auto.

Per vedere cosa sarà in grado di fare (e come tante aziende sfrutteranno questa opportunità), però, si dovrà attendere ancora un po’. Il Cybertruck sarebbe dovuto entrare in produzione a fine anno ma già si parla di ritardi. Il 2022, al momento, sembra quindi più probabile.

Fotogallery: Tesla Cybertruck