A Mirafiori si passa da due a un turno e da 300 a 210 vetture realizzate al giorno: i sindacati si dicono preoccupati

La Fiat 500 elettrica sta avendo successo. Saldamente nella top ten europea e prima in Italia nelle classifiche dedicate alle elettriche più vendute, piace parecchio. Eppure tra dieci giorni, e più precisamente dal prossimo 19 aprile, la produzione scenderà dalle attuali 300 vetture al giorno a 210.

Le linee della citycar elettrica, infatti, lavoreranno su un solo turno anziché sugli attuali due. Lo ha comunicato il Consiglio di Fabbrica di Mirafiori, spiegando che la motivazione non è dettata dal mercato, ma dalla difficoltà di approvvigionamento di batterie.

Sindacati in allerta

La mossa dell’azienda non ha lasciato indifferenti i sindacati, Fim in testa, che al di là delle dichiarazioni ufficiali chiedono rassicurazioni sulle prospettive di mercato e i livelli occupazionali.

Ferdinando Uliano, segretario nazionale della Fim Cisl ha dichiarato: “Questa notizia ci preoccupa. La ripartenza produttiva della 500 elettrica a inizio 2021 non è stata abbastanza robusta da sostenere e garantire la proroga dei 160 lavoratori somministrati con scadenza a gennaio, che erano stati inseriti a ottobre scorso”. In un incontro fissato per approfondire l’argomento, saranno rilasciate maggiori informazioni su come potrebbe evolvere la situazione.

Fiat Mirafiori: dove nasce la 500 elettrica

Un modello strategico

Guardando i dati complessivi sui volumi produttivi del polo produttivo di Torino, che sta puntando a diventare un luogo d'eccellenza per la transizione energetica, si scopre come la Fiat 500 elettrica (qui la nostra prova completa) abbia avuto un ruolo chiave nella ripresa. Nel primo trimestre del 2021 sono stati prodotti 18.311 veicoli, contro i 2.325 dello stesso periodo del 2020. La 500 elettrica ha pesato per 13.002 unità.

L’auto già nella parte finale del 2020 aveva dato una forte spinta alla produzione di Mirafiori. Negli ultimi tre mesi dello scorso anno, infatti, con 19.008 unità prodotte, aveva permesso di superare sia i volumi produttivi del 2019 sia il numero di Maserati realizzate nell’intero 2020 (17.695).

Fotogallery: Fiat 500 elettrica: come nasce a Mirafiori