Solid Power ha creato una piattaforma tutta nuova anche per le celle con elettrolita di solfuro: ecco come funziona (e quando arriva)

Solid Power, come si intuisce dal nome, è una società specializzata nella produzione di batterie allo stato solido per auto elettriche (e non solo). L’azienda, che ha sede in Colorado, ha annunciato di aver realizzato una piattaforma nuova di zecca che è compatibile con diversi tipi di batteria. Si tratta di una sorta di struttura di base che è compatibile con celle con differenti composizioni.

Non solo, grazie ai progressi ottenuti negli ultimi mesi è anche riuscita a mettere a punto le proprie celle allo stato solido ad alto contenuto di silicio, che andranno presto in produzione.

La forza della versatilità

Partiamo dalla piattaforma. Solid Power ha presentato la All-Solid-State Platform, come è stata battezzata senza troppi giri di parole. Si tratta di una base per la realizzazione di batterie che potranno essere usate anche in campo automobilistico e che può ospitare diversi tipi di celle.

Oltre a quelle con elettrolita solido realizzate dall’azienda stessa, è compatibile anche con batterie agli ioni di litio tradizionali con struttura in nichel manganese e cobalto o con altri tipi di batterie senza cobalto e senza nichel che potrebbero ridurre i costi anche del 90%.

“L'innovazione tecnologica alla base della piattaforma di Solid Power ci consente di offrire un tipo di batterie a stato solido che potrà soddisfare i requisiti di prestazioni di diversi produttori automobilistici, inclusi i partner di Solid Power come Ford e BMW – ha spiegato Doug Campbell, CEO e cofounder di Solid Power – La tecnologia della nostra piattaforma ci permette di produrre batterie uniche per i singoli veicoli elettrici che devono alimentare. Per questo stiamo sviluppando tre diversi tipi di batteria, con caratteristiche diverse, per offrire diverse alternative in base alle diverse esigenze”.

Solid Power: piattaforma e batterie allo stato solido

Le batterie allo stato solido

Ma Solid Power è anche e soprattutto batterie allo stato solido. L'azienda lavora su questo tipo di tecnologia con anodo ad alta densità di solfuro dal 2017. Le celle, al momento, hanno una capacità fino a 2 amperora se realizzate con tecnologie standard delle celle agli ioni di litio. Ma adottando un anodo ad alto contenuto di silicio (come fanno altre realtà impegnate nello stesso campo) possono arrivare a celle con capacità fino a 20 Ah. Una prima versione di questo nuovo tipo di celle arriverà entro la fine del 2021.

Solid Power: piattaforma e batterie allo stato solido

Tra gli obiettivi c’è quello di mettere a punto entro il 2022 celle con capacità di 100 Ah. Tra pochi mesi la Solid Power avvierà una prima fase di produzione delle sue batterie allo stato solido, con l’obiettivo di arrivare alla normale commercializzazione entro il 2026. Tra 5 anni l’azienda sarà in grado di offrire al mercato un prodotto ad alta densità, con un’alta potenza di ricarica e grandi doti di sicurezza, avendo eliminato tutti i liquidi infiammabili.